Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 975
RAGUSA - 08/03/2016
Sport - Basket, serie C: i virtussini di Di Gregorio non possono nulla contro la capolista

Vigor S. Croce: salvezza più lontana. Nova Virtus battuta

Per i camarinensi a Gravina è arrivata la settima sconfitta consecutiva Foto Corrierediragusa.it

Patti-Nova Virtus Ragusa:93-79 (parziali: 28-17, 48-36, 68-54
Nova Virtus: Gebbia L., Ferrera 12, Boiardi 8, Licitra 6, Cataldi 12, Scalone 12, Ferlito 10, Mammana 12. All. M. Di Gregorio


Niente da fare per la Nova Virtus a Patti. I virtussini, orfani di Sorrentino, sono stati subito in difficoltà nei confronti della capolista. I tirrenici hanno subito accelerato e hanno bucato con regolarità la difesa iblea con un incontenibile Cuistis, autore di 34 punti. Già nel primo parziale ben 11 punti di differenza a favore dei padroni di casa e la forbice si è allargata man mano che la partita è andata avanti fino a + 14 finale. Nella Nova Virtus bene i giovani Cataldi, Scalone e Ferrera ma gli avversari avevano una marcia in più. Il quintetto ibleo resta così a 20 punti in classifica in condizioni di assoluta sicurezza.

Sport Club Gravina- Vigor S. Croce: 75-67 (Parziali: 17-13; 31-34; 45-52)

Sport Club Gravina: La Mantia 6, Sortino 14, Barbera 4, Verzì 2, Paglia ne, Spina 4, Ilic 27, Duscio ne, Livera 10, Consoli 8. All.: Marchesano

Vigor S. Croce: Susino 2, Rizzo G. 10, Occhipinti G. 22, Barone 2, Di Stefano P. 16, Distefano ne, Emmolo, Cascone 2, Cavallo ne, Rizzo S. 13, Giummarra ne. All.: Di Stefano G.


Ancora una sconfitta, la settima consecutiva, per la formazione di coach Di Stefano che resta in terz´ultima posizione e vede l´obiettivo salvezza allontanarsi. Priva di Lena e di capitan Distefano, forzatamente in panchina per un problema alla caviglia, la Vigor iniziava male la gara contro i catanesi, soprattutto nella metà campo offensiva, costringendo il tecnico Di Stefano al timeout dopo sei minuti con il risultato di 13-6. La prima tripla di Paolo Di Stefano - a fine partita saranno quattro - riduceva lo scarto (17-13 al 10´). La Vigor si scuoteva e volava in contropiede e grazie a Occhipinti si portava sul 20-19, poi 22-27, ottenendo un break di 19-4, con il fondamentale contributo dall´arco di Di Stefano. All´intervallo lungo Gravina conteneva ed era sotto di tre (31-34). Nel terzo periodo gli accorgimenti difensivi funzionavano alla perfezione e così la Vigor premeva sull´acceleratore e impostava la fuga: Giacomo Rizzo segnava cinque punti di fila, mentre Salvatore Rizzo contribuiva da lontano (35-44). Occhipinti dalla lunetta sanciva il massimo vantaggio (37-50 al 27´).Una bomba di Sortino sullo scadere del terzo quarto riavvicina però i padroni di casa: 45-52. Nell´ultimo periodo la gara saliva di giri: Gravina aggrediva con la zona e il vantaggio si assottigliava. Giacomo Rizzo segnava la tripla del 55-59 per i santacrocesi prima di finire anzitempo in panchina per cinque falli. La Vigor entrava negli ultimi quattro minuti con la testa avanti (58-61), poi pagava pressione e stanchezza, spegnendosi sul più bello. Ennesimo arrivo in volata che premiava i padroni di casa, forse più di quanto non meritavano mentre la formazione del coach Di Stefano pagava forse immeritatamente alcuni errori di concentrazione.