Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 964
RAGUSA - 06/03/2016
Sport - Calcio, Promozione: i padroni di casa fermano la discesa in classifica

Tra Marina Ragusa e S. Croce pari senza bagliori

Per gli ospiti è uno stop definitivo alle ambizioni di entrare nei play off Foto Corrierediragusa.it

MARINA DI RAGUSA – SANTA CROCE 0 – 0

MARINA DI RAGUSA: Sisino, La Rosa, Cilia, Carnemolla, Strada, Iapichino, Benvenuto (5’st Occhipinti), Militello, Agosta (26’st Tumino), Dipasquale, Scribano (11’st Scalone). All.re Gurrieri

SANTA CROCE: Barrera, Jatta, Buscema A., Puglisi, Basile, Cassibba, Baeli (37’st Criscione), Buscema D., Adamo, Arena, Hydara (29’st La Vaccara). All.re La Vaccara


Finisce in parità il derby fra Marina di Ragusa e Santa Croce (foto) con la prima che, dopo sei sconfitte di fila, ferma la serie negativa con un pareggio che le potrebbe arrecare stimoli maggiori nella lotta per la salvezza. Per il Santa Croce invece è uno stop definitivo alle ambizioni di entrare nei play off, ammesso che qualche speranza c’era prima di questa partita. La gara per la formazione di La Vaccara è stata all’insegna della sufficienza e dello scarso impegno agonistico e di gioco, quasi ad accettare una sentenza di mancato ingresso nei play off che le ha tolto gli stimoli giusti per cercare la vittoria contro i cugini rossoblù. Di conseguenza la cronaca è scarna di episodi rilevanti e, soprattutto nel primo tempo, di una netta supremazia di una o dell’altra formazione con un andamento di frazione equilibrato e senza mordente. Solo nel finale di tempo, al 45’ e al 46’, due azioni pericolose per parte, la prima di Arena che entrato in area dalla fascia sinistra veniva fermato in angolo e la seconda di Dipasquale che centrava un tiro pericoloso, di poco alto. Nella ripresa il timbro della gara non cambiava con il Santa Croce più intraprendente ma, nello stesso tempo, poco incisivo.

Era sempre Arena, il più attivo dei suoi, a creare diverse occasioni nell’area del Marina di Ragusa, che i difensori riuscivano a sventare. Nemmeno la superiorità numerica, per l’espulsione al 17’ di Dipasquale, metteva le ali al Santa Croce che creava più gioco ma senza costrutto. La solo occasione chiara dei biancoazzurri ospito al 20’ con la traversa di Basile che in area raccoglieva un tiro di punizione dalla destra e a botta sicura tirava con la palla che si stampava sul legno superiore della porta. Un minuto dopo Adamo mancava la conclusione sotto porta. Poi azioni dall’una e dall’altra parte senza mai il verificarsi di occasioni veramente pericolose.