Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:03 - Lettori online 1017
RAGUSA - 01/03/2016
Sport - Basket: la seconda fase del campionato under 16 comincia bene per il quintetto ibleo

Pegaso Ragusa riprende la corsa, travolto Reggio Calabria

Chessari, D’Almeida e Firrincieli tra i migliori realizzatori Foto Corrierediragusa.it

Pegaso Ragusa-Lu.ma.ka, Reggio Calabria: 91-37

Pégaso: Ciccarello 8, Dinatale 4, Mercorillo 6, Meli, Vanacore 8, Antoci 4, Firrincieli 14, Salvato 7, Quartarone 2, Chessari 17, Taddeo 7, D’Almeida 14 Coach: Giorgio Dimartino – ass. coach: Ninni Gebbia


Pegaso Ragusa (foto) inizia con una vittoria a dir poco travolgente la seconda fase del campionato di basket giovanile categoria under 16 d´eccellenza. A farne le spese la Lu.ma.ka. Reggio Calabria che si presenta in campo senza il suo uomo di punta Matteo Laganá, ma che ben poco avrebbe potuto fare contro la corazzata ragusana che ha espresso un gioco spumeggiante e divertente che ha coinvolto a pieno il numeroso pubblico intervenuto sugli spalti (circa 300 persone).

Già nei primi due quarti i giochi sono fatti, Chessari (17 punti al suo attivo) e il nuovo innesto D´Almeida (14) spingono la propria squadra verso una facile vittoria. Si va al riposo con la Pegaso in vantaggio sul punteggio di 47 a 13. Timido accenno di ripresa degli ospiti nella terza frazione di gioco in cui i Calabresi riescono a tenere il passo dei cestisti ragusani. Ma nell´ultimo quarto Firrincieli (14) e compagni aumentano ancora l´intensità della gara e chiudono definitivamente la partita con una schiacciante vittoria (91-37) contro quella che sembrava essere la squadra più blasonata del girone calabrese. Nel prossimo appuntamento esterno di sabato i ragazzi del duo coach Dimartino-Gebbia renderanno visita alla Smaf Catanzaro.