Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 693
RAGUSA - 26/02/2016
Sport - Calcio, Promozione: i gialloneri di Giglio impegnati a Licata, i rossi di Gurrieri a Ravanusa

New Team e Marina Ragusa in discesa libera, servono punti

Le due neopromosse sono state risucchiate verso le parti meno nobili della classiffica Foto Corrierediragusa.it

Allarme rosso in casa New Team ma anche il Marina deve stare attento. La situazione delle due squadre iblee, che erano arrivate quasi a ridosso della zona play off, dopo un girone di andata positivo, è peggiorata negli ultimi due mesi. Sia i gialli di Carmelo Giglio sia i rossi di Gianni Gurrieri hanno inanellato una serie di sconfitte, le ultime quattro consecutive, che ha riportano le due squadre a ridosso della zona play out. Sta peggio il New Tea, 23 punti, mentre il Marina con 25 punti può respirare meglio. Anche il prossimo turno per il New Team si presenta molto difficile perché bisognerà affrontare il Licata al «Dino Liotta». La vicecapolista non fa sconti in casa e la squadra di Giglio non è al meglio per l’assenza di Gaspare Pellegrino, squalificato e di Bernabò e Drago, infortunati. La società ha richiamato tutti gli atleti al massimo impegno ed anche Carmelo Giglio ha chiesto ai suoi giocatori di darci dentro pur comprendendo l’oggettiva forza e qualità dell’avversario.

Il Marina ha dal suo canto un impegno più abbordabile visto che gioca a Ravanusa. Gli agrigentini sono reduci dalla vittoria contro il S. Croce in settimana e si vogliono ripetere per uscire dalla zona pericolo. Sono infatti a quota 20 e la vittoria li rilancerebbe ai fini dell’aggancio di Comiso e New Team. Il Marina perde da quattro giornate pur avendo sfoderato delle buone prove. Nella squadra c’è un clima di sfiducia acuito dai modesti risultati conseguiti a fronte delle buone prove offerte. Dice Gianni Gurrieri: «Non ce ne va ben una. Al primo errore siamo puniti e non riusciamo a recuperare. Dobbiamo ritornare a far punti a cominciare da Ravanusa».