Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 13:05 - Lettori online 430
RAGUSA - 25/02/2016
Sport - Basket: la manifestazioni ha visto la partecipazione di quasi tutti i comuni iblei

Le giovani promesse del basket ibleo per Join the Game 2016

Al PalaMinardi si sono sfidate in gare di tre contro tre le squadre under 13 e 14 di tutta Italia Foto Corrierediragusa.it

Tante le società presenti PalaMinardi per la tappa provinciale del Join The Game 2016. Tantissime le squadre partecipanti, provenienti da tutti i comuni, che hanno dato vita a partite 3vs3 in contemporanea con le squadre under 13 e 14 di tutte le province d´Italia. per aggiudicarsi la qualificazione alla fase regionale e, in seguito, a quella nazionale che si svolgerà anche quest´anno a Jesolo.

Una vera e propria festa del basket, nel quale tantissime famiglie si sono ritrovate nell’impianto ragusano per trascorrere una domenica all’insegna dei valori più belli e più sani di questo sport. Tante le aquilotte biancoverdi della Passalacqua (foto) , che hanno preso parte alla manifestazione. Nella categoria Under 13, in particolare, ben cinque squadre su otto erano targate Virtus Eirene: due composte dalle 2003 di coach Svetlana Kouznetsova e tre composte dalle 2004 di coach Yvan Baglieri. Ottimo anche il risultato finale. Una delle squadre «2004» ha infatti disputato la finale, poi persa contro le ragazze 2003 della Fortitudo, ma ad avvalorare ancora di più il risultato delle giovani promesse della Passalacqua, c’è il fatto che erano le più piccole del torneo, e che rischiano, tra l’altro, di qualificarsi alla fase regionale in caso dovessero passare le prime due classificate.

Momento di orgoglio per tutta la società del presidente Gianstefano Passalacqua, in quanto conferma del costante e accurato lavoro del nostro vivaio, sempre in crescita e sempre più una grande famiglia. Menzione particolare, per i genitori delle giovani atlete biancoverdi, che anche di domenica mattina erano presenti in buon numero al Palaminardi, per accompagnare e sostenere le proprie figlie.