Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:41 - Lettori online 771
RAGUSA - 13/01/2016
Sport - Basket: il quintetto ragusano ha battuto il Basket Erice al PalaMinardi

Pegaso vince ed è campione regionale Under 16

I ragusani si presentano come squadra da battere nella seconda fase del campionato Foto Corrierediragusa.it

Pegaso Ragusa-Basket Erice: 57-45

Pegaso Ragusa: Ciccarello 5 - Leggio – Mercorillo - Meli 2 - Vanacore 6 - Antoci 4 - Firrincieli 8 - Salvato - Quartarone 4 - Chessari 23 - Taddeo 5. Coach: Giorgio Dimartino – ass. coach: Ninni Gebbia


La Pègaso Ragusa supera Erice e si aggiudica per il quinto anno di seguito il titolo regionale di categoria. La squadra diretta dai coach Dimartino e Gebbia ha consolidato il primato nella classifica generale del campionato di basket giovanile under 16 d’eccellenza e si conferma come forza da battere nella seconda fase del campionato. Partono bene i padroni di casa che schierano sin dall’inizio il quintetto titolare con Antoci (4 punti realizzati) che, se pur ancora fuori condizione fisica, vuole essere della partita dopo più di due mesi di assenza dal parquet. E’ proprio suo il primo canestro di una gara che, come annunciato, si rivela da subito molto tattica e poco spettacolare. Il primo quarto si chiude con i ragazzi della Pégaso avanti di sei lunghezze (18-12).

Seconda frazione di gara all’insegna dell’equilibrio, con gli ospiti che attuano una difesa a uomo molto aggressiva e i padroni di casa che alternano le loro difese. In questo modo le bocche di fuoco di ambedue le squadre non riescono a esprimersi al meglio e gli attacchi fanno fatica a trovare canestri. Si va al riposo sul punteggio di 29 a 24 in favore dei Ragusani. Al rientro in campo la squadra del Basket Erice, che deve vincere a tutti i costi la partita per sperare di partire con più punti in classifica nella seconda fase del campionato, tira fuori gli artigli e, guidata dall’ex di turno Longo (14), riesce a rimontare e a chiudere la terza frazione di gara in perfetta parità (38-38). Tutto da rifare quindi all’inizio dell’ultimo quarto, che vede però salire sugli scudi capitan Chessari (23), apparso fino a quel momento un pò affaticato e con idee poco lucide, che realizza ben tredici punti solamente negli ultimi dieci minuti mettendo a segno due triple che tagliano definitivamente le gambe agli ospiti che sono costretti a soccombere sul punteggio finale di 57 a 45 e,ancora una volta, ad abbandonare il sogno di vincere il titolo di campioni di Sicilia.

Dice coach Giorgio Di Martino: E’ stata una partita combattuta dal punto di vista fisico e tattico, con ambedue le formazioni consapevoli dell’importanza della posta in palio. Quel che contava era vincere e mettere nel cassetto altri due punti che saranno fondamentali per la seconda fase del campionato – aggiunge il coach – adesso osserveremo il turno di riposo e sabato 23 sarà importante aggiudicarsi la vittoria sul campo di Barcellona, terza forza del campionato".