Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 471
RAGUSA - 10/01/2016
Sport - Rugby, serie C: il Clan Messina ha vinto a Librino complicando le cose per i paduini

Padua perde con Nissa, deve attendere per poule promozione

Assenti Peppe Iacono e Adriano Scrofani. Nel momento decisivo infortunio a Luca Cavalieri Foto Corrierediragusa.it

Nissa-Padua Rugby: 33-17

Certezza poule promozione rinviata a domenica prossima. Il Padua gioca alla pari con la capolista ma si deve arrendere negli ultimi 10´. Finale condizionato anche dall´uscita dal campo per quasi 5´ di Luca Cavalieri; inferiorità numerica sfruttata dai padroni di casa che si sono portati avanti. Il Padua inoltre ha giocato senza Peppe Iacono e Adriano Scrofani, cioè i due uomini di maggior esperienza e tasso tecnico, assenti per infortunio.

Dopo la sfuriata iniziale, la Nissa perde smalto e il Padua inizia a farsi pericoloso, prendendo d’assalto l’area di meta nissena. Più volte la squadra di coach Greco arriva a pochi metri dall’area di metà avversaria senza però mai riuscire a superare la fatidica linea. Al 25´ Stefano Iacono muove lo score. 0 a 3.
Tre minuti dopo è Emiliano Di Maura ad avere la stesse opportunità ma, nonostante la posizione non sia impossibile, l’ala nissena manca l’acca.
Per quello che si vede in campo, i ragusani sembrerebbero padroni della partita, ma al 31´ accade quello che non ti aspetti. Stefano Iacono riprende il gioco con un drop dai propri 22, Francesco Pappalardo raccoglie l’ovale a metà campo, con un calcetto per se stesso supera la linea difensiva iblea e poi scarica a Giovanni Ruscica cui resta solo da schiacciare in area di metà. Di Maura c’entra i pali. E´ 7-3.
Prima del riposo. Stefano Iacono trasforma una lunga azione, 7-10.
L’inizio di ripresa è nuovamente a marchio nisseno, ma al 52´ un cartellino giallo sventolato dal signor Laudani ai danni dell’estremo verde Alessandro Aimi potrebbe dare una svolta decisiva all’incontro. Invece sul conseguente calcio di punizione Stefano Iacono colpisce il palo e cinque minuti dopo, una touche sui 5 metri del Padua si trasforma in un carrettino che consente ad Antonino Palmieri di violare la meta iblea. Trasformazione di Di Maura e punteggio che va sul 14 a 10.

Al 60´ Paolo Iacono va in meta. Stefano Iacono trasforma e sul 14 a 17
Al 65´ Ruscica riporta nuovamente in vantaggio la propria squadra. 19 a 17.
Ora tutti si aspettano la risposta paduina, invece è la Nissa ad allungare ancora, al 71´, con la meta di Aime ma con Luca Cavalieri infortunato a centrocampo che nel frattempo viene curato dai medici.

Il centro ibleo non ce la fa a rientrare e così, con il Padua che ha già effettuato tutti i cambi a disposizione, i ragusani sono costretti a giocare gli ultimi minuti di partita in 14. La partita in pratica finisce qui, c´è solo tempo per la quinta meta nissena, segnata da Pappalardo, che arriva al 75´ e che fissa il risultato sul 33 a 17.