Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:16 - Lettori online 1073
RAGUSA - 20/12/2015
Sport - Rugby, C1: i paduini hanno disputato un bel match con capitan Iacono in grande spolvero

Padua travolge Syrako, poule Promozione a soli 3 punti

Il campionato si ferma e riprenderà il 10 gennaio con trasferta sul campo della capolista Nissa Foto Corrierediragusa.it

Padua Rugby-Syrako Siracusa: 49-0

Il Padua asfalta la Syrako ed è a soli tre punti dalla poule Promozione. I paduini hanno vinto in modo netto perchè sono stati superiori con il pack, sia in mischia ordinata che in maul e disciplinati ed efficienti nelle touches, più concreti con i trequarti. Ci sono stati, i primi venti minuti del secondo tempo, durante i quali i biancazzurri hanno alzato il piede dall’acceleratore permettendo ai tuttineri di installarsi nei 22 iblei, ma questa fase, chiamiamola di «riposo», si è comunque conclusa senza alcun danno per i padroni di casa. E nel momento in cui i paduini hanno deciso di ricominciare a giocare sono stati capaci di violare la meta avversaria per ben altre 4 volte. A partire forte sono subito i padroni di casa, che mettono in difficoltà più volte la difesa ospite, costringendo i siracusani, per evitare maggiori danni, a commettere ripetuti falli. Due di questi, al 3´ e al 6´ , si trasformano in sei punti grazie ai calci di Peppe Iacono (foto).

Poi monologo paduino nei seguenti 20´ con tre mete segnate dalla seconda linea iblea. Così, quando il cronometro segna il trentesimo minuto e il tabellone il 23-0, tutti pensano che i giochi siano fatti e che il punto di bonus stia lì per arrivare. Invece negli ultimi 10 minuti del primo tempo l’incontro si fa più equilibrato e in campo non accade nulla di rilevante.
Alla ripresa del gioco subito travolgente azione dei trequarti, che potrebbe essere finalizzata da Peppe Iacono il quale però, con un gesto di altruismo, invece di chiudere in meta decide di allungare l’ovale ad Emilio Burgio, al rientro in campo dopo un’assenza di ben 6 anni. Le cose però non vanno come il capitano biancazzurra avrebbe voluto e la difesa ospite riesce a mettere una pezza al buco.

Ed è a quel punto che il Padua, forse perché si sente troppo superiore agli avversari, forse perché decide di riposarsi per un po’, tira i remi in barca e lascia il pallino del gioco in mano ai siracusani. Per 20 minuti buoni si resta nei 22 biancazzurri. Il Syrako, giocando soprattutto con gli avanti, si fa pericoloso in diverse occasioni senza però riuscire mai a superare la diga iblea.

D’improvviso, intorno al ventitreesimo, così come a inizio ripresa si era spento, il Padua si riaccende e ritorna a giocare come sa e come ha fatto per tutto il primo tempo. Al 66´ arriva la meta del bonus. Touche appena fuori i 22 siracusani, maul, fallo dei difensori, calcetto a seguire di Peppe Iacono, ovale raccolto al volo da Alessandro Cappa, meta. Azione da manuale e applausi a scena aperta dalla panchina e dalla tribuna. Con la trasformazione del capitano fa 30 a 0 e 5 punti in più in classifica. Al 79´ ultimi punti grazie alla trasformazione di Peppe Iacono e fine delle ostilità.

Adesso il campionato si ferma per le festività di fine anno. Alla ripresa, il 10 gennaio, il Padua sarà impegnato in casa della capolista Nissa. Sette giorni dopo andrà in scena il derby ibleo.