Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:06 - Lettori online 1430
RAGUSA - 18/12/2015
Sport - Basket, A1: si gioca sabato al PalaTagliate, martedì seconda trasferta a Torino

Passalacqua vuole riconquistare la vetta della classifica ma bisogna battere Lucca

tra le toscane assente Diene e in dubbio Dotto. Biancoverdi al completo e in gran forma Foto Corrierediragusa.it

Due trasferte in tre giorni, quattro nelle prossime cinque partite. Il calendario mette a dura prova la Passalacqua ma il quintetto di Nino Molino attraversa un buon periodo e saprà farsi valere a cominciare dalla sfida alla capolista in programma sabato sera al PalaTagliate. Contro Lucca le biancoverdi puntano ad agganciare le toscane che sono ancora imbattute e reduci dalla vittoria esterna contro Schio.

Dice l´assistant coach Maurizio Ferrara: " E´ una partita attesa per capire un po’ il reale valore delle due squadre. Una delle incognite della partita è rappresentata dalle condizioni di Dotto, che si è infortunata nel match di domenica scorsa con Schio, mentre la certezza è l’assenza di Diene, che ha terminato la propria stagione. Iniziamo con le straniere. Wojta ed Harmon, la prima l’anno aspettata dopo l’infortunio ed hanno fatto bene, dato che si sta esprimendo al meglio, la seconda, già apprezzata a Parma, è una giocatrice di ottima caratura, grande punto di riferimento in attacco, non ha tiro da tre punti ma movimenti dalla media con tiro mortifero. Sotto canestro troviamo Pedersen, a Lucca già dallo scorso anno, quest’estate in Wnba, che sotto le plance può fare la differenza.

Tra le piccole, Martina Crippa è il capitano della squadra, giocatrice che ha grande fiducia di tutto l’ambiente, e le cui qualità principali sono aggressività e concretezza in attacco. Dalla panchina esce Reggiani, che era il play titolare lo scorso anno e che può guidare tranquillamente la squadra se non c’è Dotto; Templari, giocatrice con grande senso del canestro, molto ordinata con tiro da tre punti. Primo cambio delle lunghe è Gatti, lo scorso anno a Cagliari, giocatrice non rapidissima ma con mani molto buone.
Dobbiamo essere pronti a contrastare la loro aggressività, i loro anticipi ed io pressing a tutto campo che fanno sistematicamente. Principalmente essere molto presenti nel leggere le nostre situazioni offensive e allo stesso modo contenere le loro sfuriate in attacco».

Dopo la gara di Lucca rientro in sede e poi trasferta a Torino dove martedì si gioca la penultima di andata e l´ultima gara dell´anno solare. Il nuovo anno comincerà invece da Venezia domenica 3 gennaio quando si concluderà il girone di andata.