Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 882
RAGUSA - 08/12/2015
Sport - Basket, A1: vittoria autoritaria su un campo inviolato da oltre tre anni

Passalacqua vola dopo la vittoria su Schio e vede la vetta

Domenica in programma Schio-Lucca e il sestetto ragusano potrebbe ritornare in testa alla classifica Foto Corrierediragusa.it

Una prova di maturità. E´ quella che cercava Nino Molino e che aveva chiesto alle sue giocatrici. Inoltre una gara che doveva dare la misura della forza della Passalacqua edizione 2016. Entrambe le risposte per il tecnico sono state positive perchè vincere contro le campionesse scledensi sul loro campo non è cosa di tutti i giorni. Schio non perdeva una partita in casa
dal 15 gennaio 2012 ed allora fu il Cras Taranto a violare il PalaCampagnola (oggi PalaRomare).

Dice coach Molino: "Contento del risultato e contento della prestazione della squadra. E’ stata una buona partita, giocata con grande intelligenza, e portata a casa meritatamente perché siamo stati per lunghi tratti in vantaggio. Detto questo, non ero preoccupato prima della partita e non sono esaltato adesso. Il nostro percorso di crescita continua, così come era stato programmato a inizio stagione, quando sapevamo che il ritardato arrivo prima di Little e poi di Brunson (foto: Giovanni Cassarino) avrebbe a sua volta ritardato il percorso di crescita della squadra che con il tempo credo che possa crescere di partita in partita. Tutto questo fermo restando che ci saranno sempre problematiche legate a pause e condizioni fisiche. Un passo importante anche in chiave Final Four, e adesso sappiamo che dobbiamo continuare a vincere il più possibile, dato che avremo quattro avversari ostici, ma la squadra ha le potenzialità per potere far bene anche in queste quattro partite. Dobbiamo pensare a giocare una partita alla volta ma soprattutto pensando a migliorare in allenamento, dove dovremo cercare di correggere le cose che vanno sistemate e recuperando Bruson e Valerio che non erano al meglio». Ora la caccia a Lucca, rimasta da sola in vetta. Il match contro le toscane è in programma il 20 dicembre ma già domenica sarà Schio ad affrontare Lucca ancora in casa ed in vetta alla classifica potrebbero tornare ad esserci tre squadre.

Famila Wuber Shio-Passalacqua Ragusa: 69-79 (15-19, 40-43, 54-59)

Passalacqua Ragusa: Consolini 15, Gorini 5, Erkic 2, Little 21, Brunson 12; Valerio, Gonzales 1, Nadalin 6, Micovic 17

Le aquile volano alte su Schio. Alla fine sono ben 10 punti di vantaggio per una vittoria che ci sta tutta. Costruita su tecnica, tattica e cuore. Applausi a scena aperta per tutti alla fine ma è Ragusa che regala la grande gioia ai tifosi che sono accorsi al PalaCampagnola sobbarcandosi la lunga trasferta. La Passalacqua è stata sempre avanti, non ha mai avuto esitazioni e solo nel terzo tempo Schio ha messo il naso avanti solo per qualche minuto operando il sorpasso sul 48-47 grazie ad una tripla di Macchi. Ragusa con una Micovic in edizione straordinaria e Little sempre in cattedra è ripartita dopo il time out chiamato da coach Nino Molino e si è riportata avanti chiudendo il tempo sul 59-54.

A questo punto Schio ha accusato anche la fatica della partita di Coppa, persa con il Fenerbahce, e Ragusa ha gestito al meglio il vantaggio. Coach Molino ha puntato su difesa e veloci transizioni ed ha avuto in Little il miglior interprete. Felice nelle conclusioni, ben 21 punti al suo attivo, con Micovic che ha avuto una percentuale di realizzazioni altissima. Ashley Walker è stata ridimensionata, l´altra ex Giulia Gatti è stata limitata nei movimenti e alle scledensi non è bastata la francese Yaocubou e la Anderson. Schio ha sofferto velocità e pressing delle aquile ed ha subito la prima sconfitta di questo campionato. Ora la Passalacqua ha agganciato proprio le scledensi e si prepara a lanciare la sfida a Lucca. Il campionato entra nel vivo.