Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:51 - Lettori online 1229
RAGUSA - 29/11/2015
Sport - Rugby, serie C: è iniziato con una larga vittoria il girone di ritorno

Padua vince sui Giganti di Librino e guarda alla promozione

I catanesi non sono mai riusciti ad arginare la forza fisica dei ragusani Foto Corrierediragusa.it

Padua Ragusa-Briganti Librino: 61-10

Il Padua inizia bene il girone di ritorno. Vittoria doveva essere e vittoria è stata contro i Briganti di Librino. I catanesi arrivavano a Ragusa con una sola vittoria in stagione ma con la consapevolezza, così come accaduto al debutto in campionato, di poter rendere difficile la vita al Padua.
Non c’è stata storia, invece, perchè i ragusani hanno messo in vetrina tutte le loro qualità e per i rossi di Angelo Scrofani non c’è stato nulla da fare.

Eppure le occasioni, due, per passare in vantaggio le avevano avute proprio i Briganti, con due calci, al 2´ e al 5´, ma Mirko Saraceno, in entrambi i casi, si è dimostrato impreciso. Al Padua occorrono 8 minuti per mettersi in moto. Nel giro di 15´ Adriamo Scrofnai mette a segno tre mete
tutte di pregevole fattura e segnate alla sua maniera, che portano il risultato sul 19 a 0 (due quelle trasformate da Peppe Iacono).
I Briganti riescono a violare la meta iblea con una maul avanzante, ma a dettare tempi e ritmi sono solo i paduini e, comunque, lo spartito non cambia: il Padua attacca, Briganti si difendono. Al 32´ arriva anche la meta di capitan Iacono (foto), meta che vale il punto di bonus per i ragusani. Con la trasformazione fa 26 a 5 e partita virtualmente chiusa.

Nel secondo tempo Stefano Iacono marca subito la quinta meta, concretizzando una bella azione corale dei trequarti biancazzurri. Peppe Iacono non sbaglia più. 33 a 5. Al 52´ Peppe Iacono, già dentro l’area di meta, regala la marcatura al neo entrato Tumino, e al 62´, con la sua solita galoppata, Alessandro Cappa porta il punteggio sul 47 a 5. Due minuti dopo i ragusani restano in 14 per l’espulsione temporanea di Stefano Russo e al 66´ Alessio Di Prima viola per la seconda volta l’area di meta avversaria. 47 a 10. Ma il Padua odierno è nettamente più forte dei catanesi e al 69°, nonostante l’inferiorità numerica, arriva l’ottava meta, marcata da Luca Cavalieri.
Nonostante giochino in 14, però, sono ancora i paduini ad andare in meta, con Alessandro Cappa che così sigla, al 78´, la sua doppietta personale. 61 a 10 e squadre sotto la doccia.