Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 499
RAGUSA - 17/11/2015
Sport - Basket, A1: la vittoria al PalaVesuvio contro Napoli dà certezze a coach Nino Molino

Little-Brunson, intesa da migliorare nella Passalacqua

La sosta del campionato per il raduno della Nazionale aiuterà a perfezionare gli schemi Foto Corrierediragusa.it

Sette partite giocate, secondo posto in classifica. Pesa la sconfitta rimediata contro Umbertide per il ritardo di due punti che le aquile biancoverdi hanno nei confronti della coppia di testa formata da Schio e Lucca. Per la Passalacqua è tempo di stilare un primo bilancio a quasi due mesi dall´inizio del campionato e prima della fase finale del girone di andata quando le biancoverdi andranno ad incontrare le prime due in classifica entrambe in trasferta. Il 6 dicembre al PalaCampagnola contro le venete e il 20 a Lucca. Saranno due gare che potranno dare la misura della forza della rinnovata squadra di Nino Molino. Il coach in queste ultime settimane ha dovuto fare i conti con l´inserimento di Rebekkah Brunson negli schemi di gioco della squadra e soprattutto curare l´intesa con Camille Little (foto). Dalle due americane dipenderanno molti degli esiti della stagione. La sosta per la Nazionale servirà ma è anche vero che il tecnico si trova a lavorare con una squadra praticamente dimezzata per le assenze di Nadalin, Consolini e Gorini, convocate in azzurro e di Maja Erkic.

Dalla gara vinta con Napoli Nino Molino ha tratto comunque dei buoni segnali: "Non siamo andati mai in confusione e la cosa importante è stata che siamo riusciti a lavorarli ai fianchi, con un ottimo apporto da parte delle giocatrici della panchina. Ancora una volta però abbiamo giocato a sprazzi, avendo avuto due-tre volte la possibilità di chiuderla e il nostro demerito è stato quello che non l’abbiamo fatto. Abbiamo fatto un po’ meglio in difesa anche se ancora dobbiamo migliorare, per esempio abbiamo concesso troppi rimbalzi mentre in attacco abbiamo perso meno palloni del solito. C’è anche da aumentare l’intesa tra le due lunghe».

Questa settimana lavoro in palestra per chi è rimasto e poi preparazione della gara casalinga contro Orvieto di domenica 29.