Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 520
RAGUSA - 08/11/2015
Sport - Bssket: i ragusani vincono in trasferta con una prova autoritaria

Pegaso senza ostacoli a Trapani, ora è primato solitario

Partita maschia contro il Basket Erice che alla fine si arrende. Taddeo top scorer con 29 punti Foto Corrierediragusa.it

Pegaso Ragusa-Basket Erice:61-70

Pegaso Ragusa: Antoci‐ Ciccarello 4 – Mercorillo 2 – Leggion.e. – Quartarone5 – Chessari 20 – Taddeo 29 – Meli 1 – Firrincieli 9 – Salvato. Coach: Giorgio Dimartino- Ass.coach: Ninni Gebbia.


La Pégaso Ragusa espugna il PapaIlio di Trapani nel campionato giovanile di basket categoria under 16 d’eccellenza e conquista il primato solitario in classifica. La squadra diretta da Giorgio Dimartino e Ninni Gebbia si aggiudica la vittoria nel primo big match della stagione ai danni della Scuola Basket Erice, società satellite della Pallacanestro Trapani, squadra che non è mai riuscita nell’impresa di sconfiggere la Pègaso Ragusa.

I cestisti ragusani, privi tra l’altro di Antoci e Vanacore entrambi infortunati, hanno un ottimo approccio alla partita che da subito si rivela una vera e propria battaglia fisica. Taddeo (top scorer della serata con ben 29 punti realizzati) e Chessari (20) prendono in mano le redini del gioco e, con la collaborazione di un concreto Firrincieli (9) riescono a chiudere in vantaggio il primo quarto di gioco sul punteggio di 17 a 20. La seconda frazione di gioco si apre con la reazione della squadra di casa che trova nel suo capitano Longo, ex di turno, colui che cerca di scalfire la difesa dei ragusani. Si va al riposo lungo con i padroni di casa in vantaggio di una sola lunghezza (31-31). Al rientro in campo gli ospiti entrano in campo convinti più che mai di portare a casa la vittoria e riescono a prendere tre lunghezze di vantaggio chiudendo il terzo quarto sul punteggio di 46 a 49.

L’ultima frazione di gioco è una vera e propria battaglia in cui gli atleti in campo, sotto la direzione di un ottimo arbitraggio, danno vita alle ultime battute di gioco che vedono salire in cattedra Vincenzo Taddeo, cestista di Cerignola che è al suo secondo anno tra le fila della Pégaso Ragusa, che dimostra una freddezza e una calma nella trasformazione dei tanti tiri liberi assegnatigli da far invidia a un atleta navigato.