Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:30 - Lettori online 1009
RAGUSA - 01/11/2015
Sport - Basket, A1: in testa restano solo Schio e Lucca, le scledensi prevalgono di misura su Venezia

Umbertide amara, prima sconfitta per la Passalacqua

Coach Molino ha buttato subito nella mischia Brunson ma la mossa non ha funzionato Foto Corrierediragusa.it

Umbertide-Passalacqua Ragusa:74-56
(parziali: 27-18, 44-29, 59-40)

Passalacqua Ragusa: Consolini 16, Gorini 4, Erkic 6, Little 10, Brunson 14; Nadalin 6, Ndjoock, Gonzales, Valerio.


Clamoroso al PalaMorandi. Umbertide batte Passalacqua grazie a una prestazione maiuscola sfoderata dalle ragazze di coach Lorenzo Serventi. Per Chiara Consolini (foto di Giovanni Cassarino) e Gaia Gorini è stato un amaro ritorno nel palazzetto umbro dove hanno giocato per diverse stagioni. Le umbre hanno preso le redini della partita dal primo secondo e hanno imposto alla gara un ritmo alto che Ragusa non è riuscito a fermare. Coach Nino Molino ha mandato subito in campo la neo arrivata Rebekkah Brunson che è rimasta in campo ben 35´ realizzando 14 punti ma non è bastato.

Camille Little è stata in una serata di scarsa vena, appena 10 punti per lei, e tutta la squadra non è stata capace di recuperare lo svantaggio iniziale del primo quarto quando Ragusa ha accusato la velocità delle locali. Anche il secondo quarto ha visto Ragusa annaspare e a poco sono valsi i cambi di coach Molino. La Panchina ha contribuito poco a invertire la tendenza della gara e le aquile sono andate al riposo con ben 15 punti di svantaggio. Partita già segnata o quasi perchè le aquile non reggono la velocità e le penetrazioni delle locali con Luana Simmons, miglior realizzatrice del match, che imperversa sotto canestro. Prima sconfitta che fa male non tanto per la perdita della testa della classifica quanto per il modo con cui è venuta e proprio nella giornata in cui Brunson e Little dovevano dimostrare tutto il loro valore. Evidentemente c´è da lavorare per integrare la nuova arrivata negli schemi biancoverdi.