Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 375
RAGUSA - 19/10/2015
Sport - Basket, serie C: la Vigor giocherà il recupero della gara contro il Milazzo mercoledì

Batoste casalinghe per Nova Virtus e Vigor S. Croce

I virtussini partono bene ma cedono sul piano fisico al Canicattì, Licata cinico contro la Vigor Foto Corrierediragusa.it

Nova Virtus-Basket Canicattì: 68-79 (18-17,30-40,48-62)

Nova Virtus: Boiardi 9, Licitra 4, Cataldi 10, Mammana 8, Canzonieri 13, Ferrera 10, Gebbia 4, Chessari 8, Scalone 2, Spatuzza Antoci n.e. All. Di Gregorio


Inizio incoraggiante per la Nova Virtus che mette alle corde gli agrigeentini per buoni 5´. Il primo quarto, seppur di misura è ragusano con Canzonieri che guida i suoi Poi calo di concentrazione e il ritorno degli ospiti che prendono in mano il match e si portano avanti di dieci pnti prima del riposo. Canicattì sempre vivo e la Virtus arranca. I padroni di casa "reuscitano nelgi ultimi 3´ tanto da ppassare da -12 a -2. Mammana si fa espellere a 40´´ dalla fine e Canicattì vince in carrozza.

Vigor S. Croce-S. Licata:64-80 (parziali: 17-15, 30-40, 48-62)

Vigor S.. Croce: Occhipinti G. 24, Di Stefano G. 8, Rizzo 16, Cascone 7, Susino 2, Emmolo 2 , Lena 2, Disfano P. 3, Pace, Cavallo, Barone


Terza sconfitta consecutiva per i vigorini (nella foto: un fase del match) che hanno in Giovanni Occhipinti il solo uomo capace di ben finalizzare, ben 24 punti per lui. Licata gioca bene e con Caiola che nei primi due quarti realizza 17 dei suoi 19 punti si porta avanti per costruire la vittoria. La Vigor resta in partita per meetà gara e poi cede sul piano fisico. Nella squadra camarinense mancano i lunghi e si sente.

La Vigor spera di raccogliere il primo successo mercoledì a Spadafora, dove è attesa dal primo turno infrasettimanale della stagione contro il Milazzo.
«Mi assumo le responsabilità di questa sconfitta – ha spiegato a caldo coach Giancarlo Di Stefano -. Oggi la squadra non è mai scesa in campo. Non possiamo permetterci questo tipo di approccio in un campionato come la C Silver. Abbiamo sbagliato tante, troppe scelte offensive e il nostro pubblico, accorso ancora numeroso, non meritava una simile prestazione. Avevamo messo in preventivo qualche difficoltà nel girone di andata, ma adesso dobbiamo cambiare rotta perché non è concepibile giocare in questo modo».