Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 880
RAGUSA - 14/10/2015
Sport - Calcio, Promozione: il turno dei 16mi di andata di Coppa giocato all’Aldo Campo

Tra New Team e Atletico Gela è solo pari ad occhiali

Un palo per gli ospiti, un paio di buone occasioni per i gialli ragusani ma il risultato non si è schiodato Foto Corrierediragusa.it

New Team-Atletico Gela:0-0

New Team Ragusa: Licitra, Andolina, Paravizzini, Ambrogio (70’Rovetto), Madera, Carfì, Baglieri, Conti, Vitale S. (67’ Bufalino) Vitale D. (67’ Bonarrigo), Khalfouni. All. Fabrizio Vacca. A disposizione Taranto, Zocco, Pellegrino, Cultrera.

Atletico Gela: Gerbò, Corrado, Greco, Nicotra, Bartoluccio, Giarratana, Falsaperla, Navanzino (68’Rodoti), Bunetto (80’Argetta), Vittoria (46’ Zarba), Retucci. All. Giuseppe Misiti. A disposizione Litteri, Raccuglia, Guglielmino, Argetta, Rodoti, Zarba

Arbitro: Gurrieri di Ragusa
Note: angoli 7-4 per la New Team, ammoniti Andolina, Nicotra, Bonarrigo


Partita equilibrata, a differenza di quanto era accaduto sabato scorso, tra il New Team Ragusa e l’Atletico Gela. In campionato era finita 3-0 per i gelesi, stavolta i ragusani sono riusciti a cogliere un pari ad occhiali che può venir buon per il ritorno. Il primo tempo è stato contrassegnato da una serie di batti e ribatti, senza azioni che si possono considerare davvero pericolose. Nella ripresa, invece, ospiti pericolosi con Nicotra che è riuscito a colpire un palo dopo che il tiro aveva superato l’incolpevole Licitra.

Insidiose anche alcune azioni delNew Team, sempre nella ripresa, con Madera che si è presentato a tu per tu con il portiere dopo un calcio d’angolo e con un bel tiro dalla distanza di Baglieri neutralizzato, anche in questa occasione, da Gerbò. Da segnalare, altresì, sempre nelle battute finali del match, il bel fraseggio tra Bufalino e Bonarrigo che solo per un soffio non si è concretizzato nella rete avversaria.