Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 634
RAGUSA - 02/09/2015
Sport - Equitazione: in occasione della festa del patrono, organizzato dalla Società Ippica Ragusana

"S. Giovanni a cavallo" con carrozze e frisoni

La Società Ippica Ragusana ha voluto così riprendere la tradizione degli anni passati quando in questo periodo veniva organizzato il concorso di salto ostacoli nazionale "Città di Ragusa" Foto Corrierediragusa.it

La festa del patrono è stata arricchita dall´evento organizzato dalla Società ippica ragusana. "S. Giovanni a cavallo", questo il nome della manifestazione, ha suscitato grande interesse da parte del numeroso pubblico che ha potuto seguire l´esibizione degli attacchi che si sono avvicendati nella prova "coni". Questa consisteva in una serie di passaggi obbligati, segnati con dei coni in gomma, su un percorso disegnato dal direttore di gara e commentato dello speaker. Antonello Grasso , consigliere nazionale del GIA (Gruppo Italiano Attacchi). La Società Ippica ragusana ha voluto così riprendere la tradizione degli anni passati quando in questo periodo veniva organizzato il concorso di salto ostacoli nazionale "Città di Ragusa".

Il campione italiano in carica Salvatore Cintoli e i guidatori Helen Yngvesson, Carmelo Blandino, Pernilla Hökdahl, Giovanni Cassarino e Giuseppe Cintoli hanno portato presso il campo di equitazione di contrada Selvaggio bellissimi Frisoni e cavalli indigeni con carrozze e attacchi di diverse tipologie, elegantemente bardati. Il Presidente della Società Ippica Ragusana, Nuccio Malfitano si è complimentato con tutti i partecipanti che hanno reso possibile la realizzazione di questo evento e con il numeroso pubblico intervenuto nelle tre giornate di attività, confermando che la SIR è intenzionata a ripetere e potenziare la prossima edizione.

Saro Leggio e Carmelo Blandino di Scicli con un carretto trainato da un´asina ragusana e una carrozza con un magnifico "tiro a due" di Frisoni (nella foto) , si sono messi a disposizione del pubblico presente per una breve passeggiata con questi antichi mezzi di locomozione e lavoro molto usati nelle nostre zone.