Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 1287
RAGUSA - 28/06/2015
Sport - Basket, A1: conferenza stampa per le due neo atlete della Passalacqua al PalaMinardi

Chiara Consolini e Monique Ndjock si presentano ai tifosi

La Passallacqua sta cercando ora di chiudere il roster con l’arrivo di due americane che possano garantire il salto di qualità Foto Corrierediragusa.it

I tifosi biancoverdi hanno accolto le due nuove atlete della Passalacqua con uno striscione che ha campeggiato sulla tribuna del PalaMinardi. Per Chiara Consolini e Monique Ngo Ndjock (nella foto: da dx) è stato il giorno della presentazione ufficiale e l´inizio della loro avventura in biancoverde. Consolini e Ngo Ndjock sono entrate sul parquet poco prima della palla a due tra Italia e Germania under 20. Consolini, guardia ex Umbertide, è rientrata dalla spedizione in Ungheria e Romania con la Nazionale per il campionato europeo senior. Ha 27 anni ed una carriera tra Umbertide e Schio (con una parentesi di un anno a Lucca); la neo biancoverde ha terminato l’ultima stagione con quasi 13 punti di media a partita su 35 minuti di utilizzo, tirando con il 45% da due, il 32% da tre e il 71% dalla lunetta.

L’ala camerunense con passaporto italiano, Monique Ngo Ndjock, sarà invece il rinforzo per il reparto lunghe del roster di coach Nino Molino. Prima di Battipaglia, nella stagione 2013-2014, Ngo Ndjock ha vestito la maglia del Lavezzini Parma. La Passalacqua deve ancora completare il roster per la prossima stagione e sta cercando di chiudere per l´acquisto di due americane. Dovranno prendere il posto di Ashley Walker e di Plenette Pierson. Pedine fondamentali per le ambizioni del quintetto di Nino Molino che va molto cauto nella scelta delle due nuove giocatrici perchè da loro dipende il salto di qualità della Passalacqua.