Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 627
RAGUSA - 29/05/2015
Sport - Motori: prove di regolarità previste lungo il tracciato della Monti Iblei

Moto storiche nel barocco ibleo, al via 11ma edizione

Numerosi partecipanti, tra questi anche equipaggi provenienti dall’isola di Malta Foto Corrierediragusa.it

Appuntamento con l´11ma edizione di «Moto storiche nel barocco ibleo». La gara di regolarità lungo le strade iblee è organizzata dal Veteran Car Club Ibleo e si tiene questo fine settimana. Ai nastri di partenza 55 appassionati con presenze dall’Emilia Romagna oltre che dall’isola di Malta. Un momento sempre atteso che caratterizza la fase centrale della primavera nelle cittadine del territorio ibleo che fanno dell’arte barocca monumentale il proprio punto di riferimento. La prima tappa di «Moto storiche» si correrà sabato con partenza alle 9,30 partenza da piazza Libertà. Da qui il gruppo di centauri si muoverà per andare a Modica e percorrere, poi, la strada statale che conduce sino a Pozzallo. Poi, il gruppo si sposterà verso Sampieri dove, intorno alle 13, sarà effettuato il pranzo in un resort. Alle 16,30 è previsto, invece, un raduno delle moto storiche in piazza Matteotti a Modica. Giusto il tempo per un caffè e per visitare i luoghi più belli della zona prima di fare ritorno a Ragusa.

Domenica il momento più impegnativo. Infatti, dopo la partenza delle 9,30, alle 10,30 le moto transiteranno lungo il tracciato della Roccazzo-Chiaramonte, il circuito della cronoscalata Monti Iblei. In mattinata, il gruppo farà sosta in piazza Duomo, sempre nel comune montano, dove è prevista la visita ai musei cittadini. Anche in questa occasione, per il Veteran Car Club Ibleo ci sarà la possibilità di coniugare un evento sportivo che si svolge sulle due ruote con l’esigenza di fare conoscere ancora meglio le bellezze del territorio.