Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:37 - Lettori online 841
RAGUSA - 25/04/2015
Sport - Basket, A1: si ritorna in campo oggi per gara 2 sempre al PalaCampagnola

La Passalacqua non c´è, Schio si aggiudica gara 1 scudetto

Le ragusane tengono testa solo nel primo quarto poi cedono di schianto Foto Corrierediragusa.it

Famila Wuber Schio-Passalacqua Ragusa: 82-50 (parziali: 21-18, 39-24, 62-44)

Famila Wuber Schio: Yacoubou 17, Sottana 10, Anderson 16, Ress 4, Macchi 13; Gatti 8, Masciadri 5, Sliskovic, Zandalisini 9

Passalacqua Ragusa: Ivezic 3, Gorini 12, Cinili 7, Walker 8, Pierson 14; Mauriello 4, Galbiati, Gonzales, Nadalin 2, Valerio


Schio non sbaglia e sfodera una prestazione esemplare delle padrone di casa che non hanno sbagliato praticamente nulla. Gara 1 della finale scudetto va alle scledensi ma Ragusa non c´era o meglio c´è stata solo nei primi 10´ per poi subire il break delle orange, risultato decisivo, nella seconda frazione.

Al termine dell’incontro, il tabellone luminoso segnava 82 per Schio e 50 per Ragusa. «Non siamo stati all’altezza di Schio – commenta coach Molino - e di una finale scudetto, perché dobbiamo fare di più al di là di quelli che sono i loro meriti. Dobbiamo avere maggiore intensità in difesa, cosa che ci è mancata, e dobbiamo non fallire le occasioni che ci si presentano in attacco, dove abbiamo ‘spadellato’ anche quando abbiamo costruito qualche buon tiro. Ma soprattutto ci è mancata quella intensità difensiva che avrebbe reso la partita meno in discesa a Schio come poi lo è stata".

La partita è andata subito in direzione Schio. Dopo un botta e risposta continuo nel primo quarto (21-18 al 10′) la partita si sblocca a metà del secondo quarto: Anderson, Zandalasini, Masciadri e Macchi piazzano il +10 in appena 60». E’ il momento chiave. Schio è padrone del campo, le geometrie trovano giustezza e sotto le plance il Schio detta legge. Il primo tempo si chiude sul +15 ma è nel terzo quarto che il PalaCampagnola sente che la chimica è quella giusta. Il canestro pazzesco di Gatti, la tripla di Yacoubou: non si molla di un centimetro. Nell’ultimo quarto Ragusa prova a rientrare pressando alto su ogni pallone ma il Famila Wuber Schio c’è e porta a casa la prima vittoria 82-50.
Domenica si ripete sempre al PalaCampagnola ma serve una Passalacqua più convinta e reattiva.