Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 335
RAGUSA - 22/04/2015
Sport - Basket, A1: le prime due gare, venerdì e domenica, si giocano al PalaCampagnola, mercoledì al PalaMinardi

Comincia la sfida scudetto a Schio, la Passalacqua ci crede

Jenifer Nadalin è la grande ex: "Sarà una battaglia, e ho intenzione di divertirmi perché non c’è cosa più bella di vincere uno scudetto" Foto Corrierediragusa.it

Comincia la lunga sfida scudetto con Schio (nella foto: una fase di gara 2 dello scorso anno al PalaMinardi). Lo scorso anno finì 3-2 per le scledensi con una Passalacqua esordiente alla gara scudetto ma che riuscì a tenere testa fino alla fine. Per l´assegnazione del tricolore 2015 si presenta un quintetto biancoverde più convinto dei propri mezzi, più esperto, con maggiore carattere. Tutto da verificare se basterà contro la corazzata Schio che vanta ben cinque straniere in organico e atlete italiane, da Masciadri a Macchi ed all´ex Giulia Gatti,di primissimo livello.

Jenifer Nadalin lo scorso anno militava tra le orange ed ha un motivo in più per vincere lo scontro con le sue ex compagne: "Aiutare la mia nuova squadra a strappare lo scudetto a Schio è stato il sogno che ho avuto fin da quando la scorsa estate ho firmato il contratto per venire a giocare a Ragusa. E’ stata la mia motivazione ogni giorno in allenamento e finalmente adesso siamo arrivati in finale. Ognuno di noi deve dare il massimo, e fare anche quelle piccole cose che contano per riuscire a vincere queste partite. Sarà una battaglia, e ho intenzione di divertirmi perché non c’è cosa più bella di vincere uno scudetto".

Si gioca al PalaCampagnola (diretta su Sky Sport) venerdì alle ore 20,30, domenica alle 18, quindi l’appuntamento al Palaminardi è per giorno mercoledì 29 alle 20,30. Schio gioca la finale per il sesto anno di fila, ha vinto tre scudetti degli ultimi quattro, è una squadra che ha giocatrici di grande esperienza ed abituate a giocare questo tipo di partite. Coach Molino è comunque sereno: " Il nostro obiettivo è quello di far durare questa serie il più lungo possibile perché più diventa lunga, più aumentano le nostre possibilità. Crediamo tra l’altro di essere stata una delle squadre che anche dopo l’arrivo di Yacobou ha messo Schio più in difficoltà e vogliamo confermare questo trend. E’ importante affrontare queste partite con la giusta concentrazione e carica agonistica ma anche con la spensieratezza e divertendoci».