Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 955
RAGUSA - 14/04/2015
Sport - Calcio, Promozione: l’imprenditore catanese vuole dare un nuovo assetto alla società

Prove di dialogo tra Proto e il Ragusa. Si programma il futuro

A chiusura del campionato i numeri dicono di una squadra "casalinga", che ha vinto solo due volte in trasferta e segnato poco Foto Corrierediragusa.it

Primo incontro ufficiale tra Franco Proto e la dirigenza del Ragusa. L´imprenditore catanese era accompagnato da Marcello Pitino, suo braccio destro nell´intera operazione qualora Proto dovesse rilevare la società. Ettore Tuccitto e Cesare Sorbo hanno illustrato lo stato di fatto della società ed hanno ripreso un discorso aperto già da qualche settimana. Franco Proto è disponibile a rilevare il Ragusa ma vuole vederci chiaro; ha chiesto infatti una serie di informazioni legate alla società sportiva biancazzurra che i dirigenti si sono impegnati a fornire nel giro di una settimana, dieci giorni. Poi si passerà all´incontro con l´amministrazione comunale. La volontà di chiudere e aprire una nuova stagione del calcio in città c´è tutta ma è un progetto che va costruito mattone su mattone.

In un comunicato ufficiale Franco Proto puntualizza la sua visione: "L’obiettivo finale nasce da una semplice considerazione, che poi fa parte della filosofia del gruppo: creare uno scopo, non gestire lo scopo. Il know how e le risorse sono patrimonio del gruppo Proto che si propone di realizzare un’idea nuova di società sportiva che non riduce la riuscita del proprio compito al solo risultato ottenuto sul campo, o alla creazione di una squadra di alto livello, ma che considera questi due punti come parte di un progetto più ampio, frutto di un’attenta pianificazione, di cui interessare tutto il territorio.

La chiusura del campionato
Il Ragusa (nella foto: la squadra) ha chiuso al sesto posto il suo campionato. La vittoria interna con il S. Croce è stata la 12ma dell´anno e la 10ma interna visto che gli azzurri fuori casa hanno vinto appena due volte. Proprio questa "sterilità" esterna ha condizionato il campionato degli azzurri che hanno mancato l´aggancio all´ultima posizione della zona play off di sei punti. Il miglior realizzatore è risultato Andrea Vicari coni suoi 15 gol ma è anche vero che il Ragusa ha sofferto la mancanza di un attaccante prolifico che potesse assicurare la finalizzazione del gioco prodotto dalla squadra.

L´abbandono di Sansan per infortunio ha pesato nell´economia della squadra e il totale dei gol fatti, 35, è il più basso tra le squadre nelle prime otto posizioni in classifica. Il ruolino di marcia fuori casa non risulta neppure tra i migliori perchè il Ragusa ha perso cinque volte, pareggiato sei volte e vinto solo in due occasioni. Troppo poco per un campionato di vertice. Il tecnico Salvatore Urso chiude comunque con qualche soddisfazione perchè è riuscito a dare un gioco alla squadra e con una rosa che ha accusato qualche falla. Ora la squadra va in vacanza ed attende notizie dalla dirigenza.

Dice il tecnico: "Ci prendiamo un po´ di riposo e vediamo in queste due settimane che cosa può succedere. Il Ragusa esiste, abbiamo finito il campionato e questo lo dobbiamo a questa dirigenza. I ragazzi poi hanno dimostrato sempre attaccamento alla maglia. La partita più importante si gioca adesso che è finito il calcio giocato, al di là di chi ci sarà dopo sono orgoglioso di avere allenato questa squadra. Finisce un campionato dove abbiamo lasciato una società sana e viva, l´anno scorso così non è stato. Il futuro? Vediamo cosa succede. Io sono felice di allenare questo team, e se ci dovessero essere i presupposti mi piacerebbe ovviamente continuare questo lavoro iniziato. Ma la cosa più importante non è questa, la cosa più importante è che il Ragusa calcio abbia nuovamente degli spogliatoi che vivono".

E´ successo domenica:
Ragusa 2014 – Santa Croce 3 – 1
Marcatori : 5’ Vicari, 30’Sella, 25’st Puma (rigore), 42’st Sella

RAGUSA: Caruso, Cicero, Iapichino, Tumino, Puglisi, Nigro, Milazzo, Bennardo, Vicari, Sella, Corso. All.re Utro.

SANTA CROCE: Licitra (45’Barbera), Sammito, Nei (15’st Buscema), Cassibba, Di Martino, Basile, Shehu, Scribano, Puma, Ruscica, Incardona (35’st Abdsalem). All.ri Buoncompagni e La Vaccara.

Arbitro: Bonaccorsi di Catania.


Vince facile il Ragusa, congedandosi dal suo pubblico e lasciando meno amaro in bocca ai suoi tifosi dopo una stagione che era partita con ben altre aspettative ma che invece non ha permesso alla squadra azzurra né la partecipazione ai play off né la strada della promozione in Eccellenza attraverso la Coppa Italia. Il Ragusa è sceso in campo con tutti i titolari mentre il Santa Croce, in vista dei play off, ha attuato un largo turnover per non incorrere in infortuni o squalifiche dei suoi uomini migliori, anche se ha giocato una buona mezz’ora Damiano Buscema per riprendere i ritmi di una gara ufficiale dopo una lunga assenza per infortunio. Il Ragusa, anche se non aveva esigenze di classifica, ha messo in campo maggiore determinazione e velleità sia per congedarsi dal suo pubblico con meno rammarico sia per cercare di superare una squadra rivale, di una paese della provincia, che però è riuscita a centrare, al contrario della formazione azzurra, i play off. Già al 5’ il Ragusa sbloccava infatti il risultato con Vicari e raddoppiava al 30’ con Sella, concludendo un primo tempo di chiara superiorità tecnica e di gioco. Nella ripresa però si assisteva ad un ritorno del Santa Croce che riusciva a migliorare nel gioco e nei fraseggi e ad accorciare le distanze al 25’ con un rigore trasformato da Puma per fallo di mano di Nigro. Nel finale di tempo però, al 42’, era ancora Sella a segnare decretando il 3-2 conclusivo.

I risultati dell’ultima giornata di Promozine (12 aprile 2015)
Atletico Catania - Atletico Gela 2-3
Città di Catania - Belvedere Città Giardino 1-2
Comiso - Sport Club Palazzolo 2-3
Gela - Pachino 5-4
Ragusa 2014 - Santa Croce 3-1
Sicula Leonzio - Macchitella Gela 6-2
Riposavano: Sporting Battiati e Sporting Priolo

Classifica finale
SICULA LEONZIO 61^ PROMOSSA IN ECCELLENZA

ATLETICO GELA 58 AI PLAYOFF
GELA 53 AI PLAYOFF
SANTA CROCE 49 AI PLAYOFF
SPORT CLUB PALAZZOLO 49 AI PLAYOFF

Ragusa 2014 43
Atletico Catania 38
Città di Catania 28
Macchitella Gela 26
Belvedere Città Giardino 24

SPORTING BATTIATI 23 AI PLAYOUT
SPORTING PRIOLO 22 AI PLAYOUT
PACHINO 19 AI PLAYOUT
COMISO 15 AI PLAYOUT
CITTA´ DI VALVERDE ritirato