Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:06 - Lettori online 1468
RAGUSA - 10/04/2015
Sport - Basket, A1: mercoledì al PalaMinardi si gioca gara 1, trasferta sabato 18

Scoglio Napoli per la Passalacqua in semifinale play off

Le partenopee furono le prime ad interrompere la striscia positiva delle ragusane nello scorso febbraio. Coach Molino tenta di recuperare Mauriello e Valerio Foto Corrierediragusa.it

Solo un giorno di riposo e la Passalacqua ritorna al lavoro per preparare la sfida a Napoli per la semifinale play off scudetto. La vittoria di Lucca ha dato fiducia a tutto l´ambiente biancoverde non solo peril passaggio ddel turno ma per il modo come è venuta. Una prestazione convincente, senza sbavature, con il piglio della squadra che sa quello che vuole.

Dice coach Molino a proposito della prestazione al Pala Tagliate: "Sono davvero soddisfatto del rendimento sia della squadra che delle singole C’è stato un buon apporto da parte di tutte e questo è sicuramente importante. Adesso il pensiero va a già alla partita contro Napoli: sarà una semifinale dura, come è giusto che sia quando si resta tra le quattro migliori squadre di serie A1. In questo senso sarà importante recuperare qualcuna delle giocatrici che hanno problemi fisici, soprattutto nel reparto esterno, con Mauriello e Valerio che stanno lavorando a parte e Ivezic, il cui infortunio è da valutare».

Ora ci sarà da affrontare Napoli, che sarà bene ricordare, è stata la squadra che ha interrotto lo scorso 7 febbraio la striscia positiva delle ragusane dopo 116 vittorie consecutive. Napoli è un osso duro ma le condizioni di forma della Passalacqua ed il vantaggio di potere giocare la prima gara in casa, oltre all´eventuale gara 3, inducono a pensare positivo. Gara 1 si gioca mercoledì prossimo al Palaminardi, quindi si rigiocherà sabato 18 sul parquet campano mentre l’eventuale bella si disputerebbe martedì 21 aprile ancora a Ragusa.

E´ successo mercoledì:
Gesam Lucca – Passalacqua Ragusa: 45-69 (13-14; 26-35; 30-49)

Gesam Gas: Perini 1, Templari 4, Reggiani 4, Milic 9, Crippa 13, Richter , Nerini ne, Komplet 2, Ercoli 2, Pedersen 10. All. Diamanti.

Passalacqua: Ivezic 2, Gorini 8, Cinili 14, Mauriello ne, Galbiati 9, Canova , Walker 14, Gonzalez 3, Nadalin 8, Pierson 11. All. Molino


La Passalacqua chiude la pratica qualificazione con la vittoria in gara 2 su Lucca. Niente da fare perle toscane davanti al proprio pubblico del PalaTagliate che alla fine ha tributato il giusto applauso alle proprie beniamine. La Passalacqua si è dimostrato un osso troppoduro perleatlete di coach Diamanti e sin dall´inizio si è capito che aria tirava. Tra le ragusane una Cinili in gran spolvero e la solita Walker ma tutta la squadra ha girato bene.

Bell’avvio di Lucca, determinata in difesa ed efficace in attacco con Templari e Pedersen (9-4 dopo 4 minuti). Ragusa reagisce e torna sotto con Pierson e Cinili e alla fine del quarto le ospiti mettono il naso avanti, 14-13. Nel secondo quarto la partita è bellissima e le due squadre danno vita ad una lotta punto a punto. Una scatenata Milic porta le lucchesi sul 21-18 dopo tre minuti, Ragusa risponde con un’indiavolata Walker per il controsorpasso, con Nadalin e Gorini per l’allungo (26-21 a 4 dal termine).

Lucca non molla, si danna sotto canestro e torna sotto con Reggiani e Perini, fallendo anche buone opportunità; la Passalacqua rimane concentrata ed è brava a sfruttare, dalla panchina, Nadalin e Galbiati (tripla) per il 35-26 con cui si chiude il secondo quarto. Nella ripresa le ospiti trovano in Cinili il perfetto terminale d’attacco: 7 punti consecutivi e score di 42-26 dopo due minuti. Lucca accusa il colpo e non riesce sbloccarsi, segnano anche Walker e Gorini, poi Pedersen spezza l’inerzia dalla lunetta e punteggio a metà di 46-28 Ragusa. Nell’ultima parte del quarto si segna poco, ma il break ospite è stato pesantissimo (14-4) e i punti da recuperare per la Gesam sono 19 (49-30) al terzo fischio. Nell’ultimo quarto la Passalacqua riesce a controllare la gara, con il capitano lucchese Martina Crippa ultima a mollare.

Questi i risultati sugli altri campi:
Napoli-S. M. Lupari: 64-57
Cagliari-Schio: 62-74
Umbertide-Venezia:67-61 (si va a gara 3)