Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Venerdì 9 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 19:51 - Lettori online 784
RAGUSA - 21/03/2015
Sport - Basket, serie C: pur privi di Alessandro Sorrentino i ragusani sempre avanti

Nova Virtus fa 100 e batte un Acireale in disarmo

Matteo Iabichella sugli scudi con ben 32 punti realizzati Foto Corrierediragusa.it

Nova Virtus Ragusa-Basket Acireale: 100-87
parziali 20-17, 50-39,77-61:

Nova Virtus: Girgenti 5, Tumino, Boiardi 14, Sorrentino Andrea 17, Canzonieri, Ferlito 8, Cascone 4, Cataldi 8, Iabichella 32, Licitra 12. All. Di Gregorio.

Acireale: Arena 4, Cerame ne, Maric 9, Ferrara 6, Patanè 2, Arcidiacono 16, Gulisano ne, Cusenza 21, Massimino ne, Abramo 29. All. Foti.

Arbitri: Massimiliano Lucifero di Milazzo e Luca Attard di Priolo.


Una splendida prestazione corale vale alla Nova Virtus un perentorio successo sul Basket Acireale, sempre più infilato nel tunnel della crisi ed alla settima sconfitta di fila. Allo start non c’è Ale Sorrentino, alle prese con una contrattura ma ci pensa un tonico Andrea Sorrentino a prendere subito in mano le redini del gioco. I virtussini volano sul 20-13, grazie anche a Boiardi, Licitra ed Iabichella (nella foto), prima di rilassarsi e consentire il rientro acese (20-17 al 10’). Il baby Cataldi (due bombe consecutive) e Simone Licitra (in gran forma il play di cui i virtussini non possono proprio fare a meno) griffano le folate iblee e due bombe di Sorrentino lanciano in alto la Nova Virtus che vola sul 50-39 al riposo lungo.

L’intervallo non cambia la falsariga del match, con le due squadre che giocano a briglie sciolte, mostrando anche un bel gioco, favorito da difese chiaramente ormai aperte.Ma la Nova Virtus è molto più tonica ed ora mostra un Matteo Iabichella in formato «monstre» che fa impazzire i «lunghi» ospiti. Kevin Cusenza, peraltro, accusa un marcato calo, dopo due «tempini» brillanti, ed il solo Luciano Abramo, per di più con 4 falli, non può tenere botta, anche perché persino Ferlito, Cascone e Girgenti mettono su mattoncini preziosi, con Canzonieri che si sbatte in difesa. La Nova Virtus allunga sino al più 20 (67-47 al 25’), e poi comincia tirare i remi in barca (77-61 al 30’).

Quelli di casa, che sul pressing difensivo avevano costruito il loro volo pindarico, ora proprio in difesa hanno decisamente mollato. Il risveglio di Arcidiacono ed il solito Abramo, perciò, ridanno fiato ai granata che si rifanno pericolosamente sotto sino al meno 8 (90-82 al 37’), ma ci pensano l’ottimo Boiardi e un grande Iabichella, con Licitra presto richiamato sul parquet ad accendere la luce, a spegnere ogni velleità ospite. La Nova Virtus, perciò, chiude con facilità.