Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 8 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 409
RAGUSA - 16/03/2015
Sport - Basket, A1: solo due partite da giocare da qui alla fine con inframmezzato un turno di sosta

Coach Molino sereno: "Ci giochiamo il primo posto in casa"

Il tecnico ha qualcosa da dire alle sue giocatrici dopo la vittoria di Cagliari dove la Passalacqua ha rischiato troppo Foto Corrierediragusa.it

Due partite ed una giornata di sosta prima della fine della stagione regolare. Coach Nino Molino (nella foto di Giovanni Cassarino) guarda con fiducia ai prossimi impegni dopo avere superato l´ostacolo Cagliari: "E’ stata una vittoria importantissima per la nostra classifica, che ci permette di guardare con fiducia al futuro, sapendo che avremo l’opportunità di giocarci in casa il primo posto che, se arriverà, ci darebbe anche la possibilità di avere il vantaggio del fattore campo nei playoff. Ma dove potremo arrivare lo scopriremo strada facendo. Sappiamo però che in questo momento chi vuole battere la Passalacqua lo dovrà fare qui a Ragusa.

Questo è il massimo a cui potevamo ambire, sia perché sappiamo che la squadra in casa può esprimersi al meglio sia perché siamo convinti che i nostri tifosi saranno calorosi come sempre e potranno aiutare la squadra. Sulla partita contro Cagliari, quello che ho da dire lo dirò direttamente alla squadra e ne discuteremo all’interno dello spogliatoio. Diciamo che durante il corso della stagione ci sono episodi che girano nel verso giusto ed altri che vanno nel verso sbagliato, a volte è andata bene, così come ci sono stati momenti in cui abbiamo giocato meno bene. E ci sono state partite in cui abbiamo avuto una condizione fisica eccellente, altre in cui gli infortuni o giocatrici non al meglio delle condizioni hanno condizionato il nostro rendimento. Per i bilanci in ogni caso è presto. Adesso dobbiamo concentrarci in vista di Venezia che dall’arrivo di Henry non ha più perso nemmeno una partita in campionato».

E´ successo sabato:
Cus Cagliari-Passalacqua Ragusa:58-62
parziali: 13-17, 30-34, 51-46

Passalacqua Ragusa: Ivezic 7, Gorini 2, Galbiati 11, Walker 12, Gonzales 1, Nadalin 8, Pierson 21


La Passalacqua supera di un soffio l´esame Cagliari. Non è stato facile avere ragione delle sarde che, a scapito della loro classifica, hanno giocato una partita vibrante, tutta orgoglio, con le ex Soli e soprattutto Micovic in grande spolvero. Le ragusane sono riuscite a recuperare lo svantaggio del terzo tempino solo nel finale mantenendo quattro punti di vantaggio che alla fine hanno dato una vittoria importantissima. Le ragusane hanno sbagliato troppo sotto canestro e solo la buona giornata di Plenette Pearson, 21 punti per lei, ha tirato la Passalacqua fuori dalle difficoltà rispetto all´offensiva delle locali.

Primo quarto con Ragusa avanti ma Cagliari mantiene le distanze; stesso andamento nel secondo quarto prima di andare al riposo. Cagliari accelera al ritorno in campo. Micovic colpisce e la difesa ragusana non è così impenetrabile tanto da consentire a Cagliari di recuperare e di sorpassare. Galbiati e Pierson (51-48 al 31´) accorciano le distanze ma Agnese Soli centra ancora 2 punti in favore di Cagliari; la tripla di Ivezic riporta la gara in parità (53-53 al 34´) ed il successivo canestro dalla lunga distanza di Galbiati consente a Ragusa. di operare il sorpasso.

Micovic a 15" dallo scadere mette a segno una provvidenziale tripla che riporta a -1 il Cagliari. Reke commette fallo mandando alla lunetta Debora Gonzalez che fa 1 su 2 per il 58-60, ma Carta sull´azione successiva fallisce da sotto canestro il nuovo aggancio. La partita si chiude con l´ennesimo fallo su Walker che dalla linea della carità non fallisce chiudendo i conti.