Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 839
RAGUSA - 15/03/2015
Sport - Basket, serie C: il Cocuzza di S. Filippo del Mela è stato più continuo

Nova Virtus lotta ma perde ancora in trasferta

Deludenti le prestazioni dei virtussini con l’eccezione di Matteo Iabichella e Simone Licitra Foto Corrierediragusa.it

Cocuzza S. Filippo ddelMela-Nova Virtus Ragusa: 73-62

Cocuzza: Paggi 14, Carpinteri 9, Merenda ne, Pandolfi 15, Albana 4, Cocuzza, Kipa, Colica, Luzza 15, Laganà 16. Nova Virtus: Cintolo, Boiardi 4, Licitra 13, Cataldi ne, Scalone ne, Andrea Sorrentino, Iabichella 23, Ferlito 2, Canzonieri 7, Alessandro Sorrentino 13.

Arbitri: Caci di Gela e Vaglianisi di Reggio Calabria.


Ancora una trasferta infruttuosa per la Nova Virtus. Il Cocuzza vince e scavalca i virtussini in classifica. Fatale ai ragusani un pessimo inizio di partita e, soprattutto, le deludenti percentuali al tiro, specie di Andrea Sorrentino che non è riuscito ad imbroccare neanche un tiro (0/5 da due e 0/6 da tre per «Zorro» nelle conclusioni). Sottotono, per la verità, l’intero roster biancazzurro con l’unica eccezione di Matteo Iabichella e Simone Licitra (nella foto: a canestro), gli unici capaci di trovare con continuità la via del cesto.

Eppure la Nova Virtus è stata sempre in partita, tenendo per 40’ il fiato sul collo dei padroni di casa che, però, hanno messo a frutto l’indiscutibile supremazia a rimbalzo (ben 49 contro gli appena 29 degli iblei) che ha garantito ai ragazzi di coach Romeo anche una valutazione di squadra (84) quasi doppia rispetto a quella ospite (44).

Partenza ad handicap per la Di Gregorio-band che stenta ad entrare nel match e riesce a segnare appena 9 punti nel primo «tempino», subendone 19. Il primo gong scuote la Nova Virtus che esce dal letargo e piazza un buon parziale di 17-21 prima del riposo lungo, utile per ricucire il divario (36-30 al 20’). Assai equilibrata la terza frazione, con i ragusani che riescono a rintuzzare con fatica le folate di Paggi e Pandolfi. Ma resta un enigma il carneade Luzza, mentre imperversa il giovane talento ex Reggio Calabria, Laganà, che fanno la differenza. Il distacco, perciò, resta inalterato (56-50 al 30’) e nell’ultima decisiva frazione è ancora il Cocuzza ad imporsi, serrando definitivamente le file difensiva e costringendo gli ospiti a «sparacchiare» quasi sempre a salve.
Nell’anticipo di sabato prossimo al PalaPadua, la Nova Virtus incontrerà il Basket Acireale, formazione che, dopo una buona partenza, ha perso i pezzi migliori e che da qualche domenica sembra aver tirato i remi in barca.