Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 17:16 - Lettori online 1177
RAGUSA - 23/02/2015
Sport - Calcio, Promozione: la secca sconfitta ha innescato una reazione a catena

Ragusa minacciato e vessato a Gela, i dirigenti si dimettono

Dura presa di posizione del presidente Ettore Tuccitto che ha scritto una lettera al presidente del Comitato regionale siculo per annunciare il ritiro della squadra dal campionato Foto Corrierediragusa.it

Una sfida, una minaccia o un abbandono? Il calcio ibleo è in crisi ed a pochi giorni dalle dimissioni del presidente del Modica e della dirigenza rossoblù arrivano le dimissioni di tutta la dirigenza del Ragusa Calcio e l´annuncio del ritiro della squadra dal campionato. Il presidente Ettore Tuccito (nella foto) e i suoi più stretti collaboratori hanno annunciato di voler lasciare in segno di protesta nei confronti di chi gestisce il calcio in Sicilia, a cominciare dal Comitato regionale. Il riferimento è in particolare ai fatti accaduti nel pre-partita di domenica al "Presti" di Gela. La comitiva azzurra, riferiscono i dirigenti azzurri, sono stati fatti oggetto di minacce, pressioni indebite, di condizionamenti esterni senza che nessuno intervenisse o tutelasse la società ragusana.

Dice il presidente Tuccitto: "La società azzurra stigmatizza l’atteggiamento di giocatori e dirigenti del Gela Calcio, iniziato sin dall’arrivo del pullman che portava i giocatori del Ragusa allo stadio. Si fa presente che in una partita delicata come quella di domenica mancava il commissario di campo che avrebbe, certamente, garantito la presenza della Lega.

L’accoglienza è stata talmente «confidenziale» che i tesserati del Ragusa sono stati accolti con insulti, minacce verbali ed in qualche caso anche con spintoni. Atteggiamenti che sono continuati anche subito dopo il riscaldamento pre-partita nel sottopassaggio di collegamento tra gli spogliatoi ed il terreno di gioco. Anche a risultato acquisito con un netto 4-0 per il Gela, i giocatori locali hanno continuato con questi atteggiamenti che poco hanno in comune con il buon senso dello sport e dell’educazione sportiva e dei valori del calcio".
Tuccitto ha annunciato la richiesta alla Lega di ritiro della squadra dal campionato a meno di ripensamenti dell´ultima ora. Certo è che la situazione resta fluida anche perchè la società azzurra dovrebbe valutare il danno in termini di immagine dopo tutti gli sforzi fatti per ricostruire il calcio in città.

Amareggiato Ettore Tuccitto: "Dopo 50 anni che vivo nel mondo del calcio credevo che certi atteggiamenti appartenevano ad un calcio passato. Mi sento davvero amareggiato e sconfitto, e non mi riferisco al risultato maturato in campo, ma da un sistema vecchio e non più condivisibile. Mi chiedo a cosa servono gli incontri tra i dirigenti delle società e i vertici della Lega e della Federazione al fine di migliorare i rapporti tra le società e il miglioramento della disciplina sportiva, quando poi assistiamo ogni domenica ad atteggiamenti come quelli che abbiamo subìto domenica scorsa a Gela. Domenica scorsa, non è stata offesa solo la società calcistica di Ragusa, ma anche l’intera città barocca che dell’ospitalità e del rispetto delle regole è stata da esempio. Ci meravigliamo come a Gela, che si è respirato il calcio professionistico, possano accadere fatti deplorevoli che non appartengono ad una società gloriosa come il Gela Calcio.»

E´ accaduto domenica:

Gela- Ragusa: 4-0
Marcatori: 25´ pt Campanaro, 40´ pt Campanaro, 31´ st Deoma, 38´ st Campanaro

Ragusa: Caruso, Cicero, Iapichino, Tumino, Nigro, Milazzo, Valerio, Di Rosa, Tosto, Sella,, Corso


Il Ragusa va in barca ed affonda a Gela. La squadra di Salvatore Utro paga a caro prezzo alcune distrazioni difensive e l´incapacità di pungere in avanti. Le assenze pesanti di Vicari, Bennardo e Puglisi hanno contato più del prevedibile. Capitan Milazzo (nella foto) ha fatto coppia con Nigro ma per la difesa non c´è stato scampo. Gela che controlla la gara e va in gol alla mezzora con Campanaro, autentico mattatore della gara con una tripletta. Primo tempo sotto di due gol e Ragusa in seria difficoltà, Caruso riesce a tenere a galla la squadra con un paio di interventi strepitosi. Nel secondo tempo il Ragusa tenta di riorganizzarsi ma non ha peso in avanti.Il Gela controlla e nel finale arrivano altri due gol per una quaterna secca ed è notte fonda.

I risultati della nona giornata di ritorno (22 feb. 2015):
Atl. Catania-Priolo:2-1
Belvedere-Atl.Gela:1-2
Città Catania-Comiso:2-1
Gela-Ragusa:4-0
Sicula Leonzio-Palazzolo:4-0
Sp.Battiati-S. Croce:0-4

Riposano: Macchitella e Pachino

La classifica:
Sicula Leonzio 49
Atl. Gela44
S. Croce 43
Gela 40
Atl. Catania 35
Palazozlo 34
Ragusa 33
Città Catania 25
Macchitella 21
Belvedere 20
Priolo 20
Sp. Battiati 15
Comiso 14
Pachino 13