Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:40 - Lettori online 1393
RAGUSA - 21/02/2015
Sport - Basket, A1: le scledensi hanno superato Umbertide per 83-46

Passalacqua vince, finale di Coppa Italia contro Schio

Battuto il S. Martino di Lupari con uno scarto di 10 punti. Alle 17 la finalissima per il primo trofeo della stagione Foto Corrierediragusa.it

Passalacqua Ragusa-S. Martino di Lupari: 73-63
(Parziali:21-18, 38-28, 61-36)

Passalacqua Ragusa: Ivezic 22, Gorini 6, Cinili 2, Mauriello 2, Walker 8, Gonzales 12, Nadalin 4, Pierson 17


La Passalacqua (nella foto di Giovanni Cassarino la squadra scesa sul parquet di Perugia) è in finale di Coppa Italia. Giocherà contro Schio in un match che si annuncia apertissimo. Le scledensi hanno battuto senza tanti problemi Umbertide e si presenteranno alle 18 al PalaEvangelisti per la sfida contro le ragusane. Nella semifinale S.Martino ci ha messo tanta buona volontà ma si è dovuto arrendere. Ivezic è devastante in difesa e sotto canestro ma tutta ka squadra dimostra di avere recuperato dal punto di vista fisico. La finale sarà dunque tuta da vedere visto che le biancoverdi sono in buona forma e grandemente motivate.

Il match non ha avuto praticamente storia se non nel primo quarto, poi il vantaggio è aumentato gradatamente fino a raggiungere i 10 punti. Coach Molino ha fatto girare le sue atlete per preservarle per la finalissima. Il tecnico ha avuto la risposta che voleva ed i tifosi hanno esultato sugli spalti.

Soddisfatto a fine gara coach Molino: "Abbiamo disputato una buona partita riuscendo anche a gestire le risorse fisiche, l’unica nota negativa è stata rappresentata da questo calo di contrazione nel finale: avevamo concesso 36 punti in 30 minuti, ne abbiamo subiti 27 nell’ultimo quarto. Chiaramente non bisogna mai dare nulla per scontato e San Martino ha avuto una bella reazione trovando con Pye buoni canestri. Il vantaggio è stato però più che rassicurante. Ci giochiamo una finale nella quale proveremo a fare il massimo come abbiamo sempre fatto. Sperando di fare il meglio possibile. Un ringraziamento alla tifoseria che nonostante sia quella che ha dovuto fare il viaggio più lungo è quella più numerosa e rumorosa, siamo riconoscenti per averci sospinto a questa finale, li ringraziamo e speriamo che ci possano sostenere domani ancora di più».