Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:17 - Lettori online 750
RAGUSA - 17/02/2015
Sport - Basket, A!: semifinale in programma sabato alle 16 a Perugia contro S. Martino Lupari

Passalacqua proiettata sulla Final Four di Coppa Italia

Coach Molino deve recuperare al meglio nel corso della settimana le sue atlete per giocarsi tutte le carte Foto Corrierediragusa.it

Passalacqua proiettata sulla Final Four. Il campionato si ferma questo fine settimana per la Coppa che si disputerà al PalaEvangelisti di Perugia per l´organizzazione di Umbertide. Il quintetto ragusano scenderà in campo sabato alle 16 per la semifinale contro il Fila San Martino di Lupari, cui seguirà immediatamente alle 18,15 la sfida Schio e le padrone di casa di Umbertide. La finale tra le due vincitrici si disputerà domenica alle ore 17. Il problema di Nino Molino è arrivare a questo importante appuntamento nelle migliori condizioni fisiche per le atlete della sua squadra.

Proprio contro Umbertide,pur vittoriosa nell´overtime, la Passalacqua ha accusato ancora il calo di forma di alcune sue atlete che non sono ancora riuscite a recuperare del tutto. Dice coach Molino: "Tutti sanno la nostra squadra non è al top della condizione fisica perché veniamo da un periodo dove abbiamo avuto tante infortunate, tanto che lo stesso allenamento di venerdì scorso era stato sospeso perché avevamo fuori cinque giocatrici. Per fortuna contro Umbertide è andata nel migliore dei modi. Ci manca la continuità e la brillantezza che avevamo prima, questo lo sappiamo, ma speriamo che questa serie di infortuni possa finire presto e che si possano recuperare a pieno le nostre giocatrici per ritornare a giocare al 100% di quelle che sono le nostre potenzialità. Abbiamo tempo per recuperare e adesso l’importante è che ci si possa allenare bene».

Per la Passalacqua a Perugia c´è la concreta possibilità di raggiungere il primo obiettivo della stagione. Un anno fa la delusione fu grande quando Lucca superò proprio al PalaMinardi la Passalacqua negando la finale alle biancoverdi che vogliono ora rifarsi ed approdare almeno in finale per giocarsela faccia a faccia con Schio che non dovrebbe avere problemi di sorta contro le padroni di casa di Umbertide.

E´ successo domenica:
Passasalacqua Ragusa-Umbertide: 68-62 (d.t.s)
parziali:17-13, 25-30, 48-42

Passalacqua: Ivezic 13, Gorini 16, Cinili 2, Walker 10, Pierson 15; Galbiati 8, Gonzales, Nadalin 4


La Passalacqua strappa ai supplementari la vittoria ad Umbertide. Il tempo regolare si era chiuso sul 60 pari dopo un match molto tirato che le ragusane non sono riuscite a chiudere. Molti gli alti e bassi del quintetto biancoverde soprattutto nel secondo quarto quando il quintetto di Molino ha sbagliato molto in difesa e soprattutto in attacco dando spazio alle umbre che hanno recuperato lo svantaggio del primo quarto e si sono portate sul 25-30.

La Passalacqua non è stata capace di gestire questa fase del match cercando il canestro ad ogni costo. Umbertide ha risposto con la velocità alla fisicità delle ragusane, che alla ripresa del gioco hanno impresso un passo diverso al loro gioco marcando e pressando. Le padrone di casa si sono così portate in vantaggio di ben sei punti. Sembrava fatta ma la Passalacqua, con alcune giocatrici, tra cui Cinili, non in perfette condizioni di forma, ha ceduto alla pressione delle umbre che si sono riportate sotto e punto su punto sono arrivate alla sirena finale sul 60 pari. Partita riaperta; è toccato alla grande ex della gara, Gaia Gorini, e a Plenette Pierson realizzare i canestri che hanno dato il vantaggio decisivo alle ragusane sospinte dal pubblico. E´ venuta anche fuori l´esperienza di giocatrici come Walker e Pierson che hanno bloccato un paio di palloni sotto canestro e hanno innescato il contropiede. Umbertide, stanca per la rincorsa, ha ceduto ed ha realizzato solo due punti. E´ stata così vittoria, ma una grande fatica per la Passalacqua che nel momento decisivo ci ha messo il cuore e le gambe venendo alla fine premiata. Ora sotto con la Final four di Coppa Italia.