Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 876
RAGUSA - 30/01/2015
Sport - Basket, A1: l’ala Sabrina Cinili invoca il sostegno del pubblico del PalaMinardi

Dimenticare Vigarano, per la Passalacqua lo scoglio Lucca

In settimana coach Molino ha potuto lavorare con tutta la squadra al completo tranne Lia Valerio Foto Corrierediragusa.it

Il calore dei tifosi per far ripartire la Passalacqua. La sconfitta di Vigarano è stata assorbita in settimana grazie al lavoro di coach Nino Molino che ha agito sulla voglia di riscatto e sull´orgoglio delle sue giocatrici. La buona notizia per il tecnico è che la squadra si è potuto allenare al meglio come ormai non accadeva da qualche settimana. Tutte disponibili e in buona forma le biancoverdi a parte Lia Valerio che è ancora alle prese con il suo infortunio. Contro Lucca la Passalacqua è dunque nelle migliori condizioni per dare il massimo e riprendere quel cammino di vittorie chela pone al vertice della classifica.

Sabrina Cinili (nella foto) è pronta e analizza il momento: "Non credo che sia il momento più difficile ma ci sono semplicemente alti e bassi che durante una stagione hanno tutte le squadre. Una sconfitta ci sta e può servire anche a migliorare tutte quelle piccole cose che magari non si migliorano quando si vince. Stanno arrivando le partite più difficili che ci prepareranno per i playoff, tra l’altro tra qualche settimana ci sarà la Final Four di Coppa Italia. Aspettiamo tantissimo questo momento del campionato, nel quale ovviamente speriamo di fare ancora meglio di quanto abbiamo fatto fino ad ora. Per quanto mi riguarda, sono cosciente che, soprattutto in attacco, posso fare più di quello che ho fatto fino ad ora e l’ho dimostrato negli anni passati, ma è vero anche che quest’anno il sistema di gioco è più impostato verso l’interno. Ma sono serena e voglio dire al pubblico ragusano che deve continuare sempre a seguirci con questa passione. Sono davvero fantastici: un pubblico così l’ho visto all’estero, in Eurolega. Tra l’altro qui a Ragusa si lavora con grande professionalità e c’è una società che è perfetta in ogni suo aspetto. Insomma, ci sono tutte le condizioni per fare bene».