Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:29 - Lettori online 1504
RAGUSA - 27/01/2015
Sport - Calcio, Promozione: ha dichiarato il suo interesse ed è proiettato già alla prossima stagione

Il catanese Franco Proto disponibile a rilevare il Ragusa

I "rumours" circolavano da tempo e potrebbero essere alla base della volontà del presidente Mazzone di lasciare la guida della società Foto Corrierediragusa.it

E alla fine Franco Proto (nella foto) è venuto allo scoperto. In una intervista a "La Sicilia" ha dichiarato tutto il suo interesse a rilevare il Ragusa e a imbastire un progetto ambizioso teso a fare del Ragusa una squadra che sia riferimento per tutta la Sicilia orientale. L´imprenditore catanese ha cominciato con l´Atletico Catania, si è poi trasferito armi e bagagli a Lentini ed ora è proprietario dell´Atletico che gioca nello stesso girone del Ragusa. Proto è dunque pronto ad abbracciare la causa e il suo interesse è circolato negli ambienti azzurri da qualche mese tanto da "pungere" più del dovuto l´attuale presidente Simone Mazzone.

Le annunciate dimissioni di Mazzone, mai arrivate e non confermate, sarebbero dunque un sintomo di un certo scollamento tra alcuni dirigenti e lo stesso Mazzone che ha visto nel possibile avvento di Proto un competitor con cui fare i conti. Proto sta comunque alla finestra ma la trattativa c´è e va avanti, proiettata certamente sulla prossima stagione sportiva con Ettore Tuccitto e Cesare Sorbo che sono in ottimi rapporti con l´imprenditore catanese. I due dirigenti sanno benissimo che l´avvento di Proto, che sa di calcio, ed è stato dirigente egli stesso, potrebbe portare aria fresca in casa azzurra anche se l´esperienza di un anno fa con l´acquisizione della società da parte del gruppo campano che aveva promesso mari e monti, e che ha poi portato al fallimento, deve aver insegnato qualcosa.