Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 1145
RAGUSA - 23/01/2015
Sport - Rugby, serie B. prima trasferta per i paduini per la Poule salvezza

Il Padua cerca punti a Napoli contro la Partenope

Il XV ragusano sarà privo di capitan Iacono, infortunatosi nel corso del match contro Reggio Calabria Foto Corrierediragusa.it

Seconda giornata della Poule Salvezza del campionato di serie B, e seconda partita proibitiva per Padua Rugby Ragusa, che domenica affronta fuori casa la Partenope Napoli. Il coach biancazzurro German Greco: «La trasferta di Napoli è una delle più dure di questa seconda fase. Però, ripensando a come i ragazzi hanno giocato domenica, sono abbastanza fiducioso. Andremo a giocarci la partita, sapendo di affrontare una squadra tosta, con un pacchetto di mischia molto forte e ottime individualità in ogni reparto. So che sarà difficile, ma noi giocheremo per vincere». La scorsa stagione il doppio confronto tra iblei e partenopei si concluse in parità, con una vittoria per parte, ma, mentre in Sicilia il Padua vinse di misura, al Collana di Napoli il XV di casa si impose in modo netto. Ed è proprio tra le mura amiche che la Partenope dà il meglio di sé. Nella prima fase del campionato, infatti, le uniche tre vittorie dei napoletani sono arrivate in casa.

Coach Greco ha però timori di sorta anche se, per l’assalto al fortino napoletano, dovrà forse fare a meno del suo capitano. «Peppe Iacono (nella foto) negli ultimi minuti della partita con Reggio ha preso una brutta distorsione alla caviglia e non sappiamo se domenica potrà essere dei nostri. Se non dovesse farcela sarebbe una grave perdita per la mia squadra, ma ho fiducia in chi lo sostituirà. Per il resto dovrei schierare lo stesso XV che ha giocato sette giorni orsono».

Dall’altra parte, invece, non ci dovrebbero essere grosse novità rispetto a chi ha affrontato, battendola, la Capitolina. «Ho solo un paio di uomini di mischia infortunati ma, fondamentalmente, il nucleo centrale sarà lo stesso. La vittoria con i romani, dopo la piccola delusione per non essere riusciti a centrare l’obiettivo «Poule Promozione», ci ha rinfrancati e adesso il nostro morale è buono. Speriamo solo che il campo non sia nuovamente la «piscina» nella quale abbiamo giocato domenica scorsa».