Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 567
RAGUSA - 18/01/2015
Sport - Basket, A1: è arrivata la 16ma vittoria consecutiva

Passalacqua parte lenta ma poi travolge Battipaglia

Primi due quarti testa a testa con le campane, poi la difesa aggressiva delle biancoverdi paga e le ragusane si staccano Foto Corrierediragusa.it

Passalacqua Ragusa - Techmania Battipaglia: 80-66, 12-10, 30-30, 57-48

Passalacqua Ragusa: Jvezic 18, Gorini 4, Cinili 5, Walker 23, Nadalin 18, Mauriello 2, Galbiati, Gonzales 10, Saggese, Sorrentino


Passalacqua vince. Un crescendo nonostante l´assenza di Pierson che Molino ha tenuto in panchina perchè non in perfette condizioni fisiche. Il quintetto ragusano è stato incerto per i primi due quarti ma al ritorno in campo si è riorganizzato soprattutto in difesa ed ha cominciato a segnare canestri su canestri Con Walker e Nadalin mettendo ua distanza sicura con le campane.

Gli schemi difensivi di Molino hanno previsto una difesa aggressiva che ha costretto alla conclusione forzata da parte delle avversarie che, a parte la Williams, sono state in grande difficoltà. Battipaglia non ha mai mollato anche quando il divario era ormai netto ma contro la Passalacqua c´era poco da fare. Difesa serrata e transizioni veloci con Gonzales che ha orchestrato e lanciato sia Nadalin sia Walker (nella foto di Giovanni Cassarino) sempre pronte a colpire. Primo quarto che si conclude sul 12-10 per le padroni di casa che stentano a trovare il bandolo della matassa. Nel secondo quarto ragusane in vantaggio di ben 10 punti ma Battipaglia recupera ed impatta al rientro negli spogliatoi. Nel terzo e quarto tempino non c´è storia perchè la Passalacqua ingrana la quarta, trova le giuste misure in campo e la precisione di Jenifer Nadalin. Finisce 80-66 con le giovani Saggese e Sorrentino in campo ed il pubblico in festa sugli spalti.