Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 450
RAGUSA - 04/01/2015
Sport - Si corre domenica prossima con partenza da via Rossitto ed arrivo in piazza Pola a Ibla

Fervono preparativi per la "Hybla Barocco Marathon"

La podistica attira sempre un gran numero di partecipanti e anche la 12ma edizione ha tutti i numeri perchè sia un successo Foto Corrierediragusa.it

Si corre domenica prossima la "Hybla Barocco Marathon". La 12ma edizione della podistica si dispiegherà su 42 km e 195 metri per le zone più suggestive della città con partenza alle 8 da via Rossitto. Sarà assegnato il premio dedicato a Emiliano Ottaviano, dirigente sportivo scomparso in giovane età. Ci sarà in più l´opportunità di sperimentare un´altra manifestazione competitiva, la "StraRagusa", anche in questo caso giunta alla dodicesima edizione, lunghezza 21 chilometri circa, con il via che sarà dato alle 9,45, sempre da via Rossitto.

La Hybla Barocco Marathon, ovvero la Maratona Città di Ragusa è stata voluta nel 2003 da Elio Sortino e dallo scomparso Emiliano Ottaviano, il primo atleta ragusano arrivato al traguardo nella maratona. Nata con spirito pionieristico, negli anni ha assunto sempre più il carattere di una manifestazione nazionale che vede protagonisti atleti provenienti da più parti d´Italia, sia per il fattore climatico che perché, essendo la prima maratona del nuovo anno, viene usata come test dagli atleti prima dell´inizio della stagione sportiva. La data coincide con l´anniversario del terremoto dell´11 gennaio 1693 ed il percorso vede attraversare le campagne e i luoghi tipici del territorio Ibleo. La manifestazione attira centinaia di sportivi che si cimentano lungo un tracciato che partendo dalla parte più alta della città trova il traguardo a Ibla dopo avere attraversato le viuzze attorno al cuore barocco con un panorama che da corso Mazzini arriva a piazza Pola, dove è posto l´arrivo.