Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 11 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:05 - Lettori online 694
RAGUSA - 14/12/2014
Sport - Rugby, serie B: esordio negativo per coach German Greco sulla panchina biancazzura

Record del Padua con Reggio Calabria, 9 sconfitte su 9

Si sono tuttavia visti dei segnali positivi. Ormai si pensa alla poule retrocessione che inizia il 18 gennaio Foto Corrierediragusa.it

Padua Rugby-Reggio Calabria: 14-29

Il Padua rimedia la nona sconfitta consecutiva. La prima fase del campionato si è rivelata un vero calvario per il XV ragusano che concluderà sul campo dello Svicat Lecce domenica prosisma questa fase. La serie consecutiva di sconfitte fa record in casa Padua visto che nel 1994 le sconfitte si erano fermate a otto. Contro Reggio Calabria ha esordito in panchina coach German Greco che ha dato una sua impronta alla squadra ma che dovrà ancora lavorare a lungo anche approfittando della sosta del campionato. Dopo la pausa natalizia, infatti, il Padua ritornerà in campo il 18 gennaio in un girone che vedrà oltre al Padua anche Reggio Calabria, Svicat Lecce, Capitolina Roma, Colleferro e Napoli, per stabilire chi retrocederà in serie C.

La gara contro Reggio inizia già con un 7-0 per gli ospiti al 1´ di gioco.
Il Padua, invece di scoraggiarsi, si butta all’attacco e per buoni venti minuti fa la sua parte fino in fondo. Capitan Iacono con un calcetto a seguire, riesce a liberarsi del proprio marcatore e ad andare a schiacciare al centro dei pali.
I biancazzurri non si accontentano e continuano a macinare gioco, deliziando il centinaio di spettatori presenti in tribuna. La mischia è solida e i trequarti giocano come da tempo non si vedeva.

Il risultato resta ancorato al 7 a 7 fino 33°, quando ancora Filardo viola l’area di meta paduina e Canale non sbaglia la trasformazione. 7 a 14. Il primo tempo si chiude con un altra realizzazione degliopsiti e si va negli spogliatoi sul 7-19. Al 54´ è il Reggio Calabria ad avere un’occasione per allungare e Canale la sfrutta. 7 a 22. Quattro minuti dopo arriva il colpo di grazia: calcio a seguire della difesa amaranto, Ottavio Modica e Paolo Iacono che si impappinano e Stefano Canale che invece fa suo l’ovale e si tuffa in area di meta. Con la seguente trasformazione fa 7 a 29. Al 75´ un buon guizzo di Adriano Scrofani porta il punteggio, con il successivo calcio di trasformazione di capitan Iacono, sul 14 a 29 che sarà poi il risultato finale.