Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 797
RAGUSA - 11/12/2014
Sport - Basket, serie C: i virtussini in campo dopo la sosta forzata contro Acireale

Nova Virtus costretta a vincere contro Fp Messina

Mancano ancora Andrea e Alessandro Sorrentino, assente anche il play maker Simone Licitra Foto Corrierediragusa.it

La Nova Virtus torna a giocare in casa contro la Fp Sport Messina, per la gara valida per l’undicesima di andata del campionato di serie C. L’incontro è stato anticipato a sabato alle 19. Per i virtussini, costretti alla sosta lunedì scorso ad Acireale,per infiltrazioni nella struttura sportiva, si tratta di una partita delicatissima. Con soli due punti in classifica la Nova Virtus potrebbe agganciare proprio i messinesi a quota 4. Per i virtussini non sarà impresa facile perchè mancheranno di Alessandro Sorrentino (squalificato dopo l’espulsione contro il Cocuzza San Filippo del Mela e che non ha potuto scontare per il rinvio la «penalità» contro l’Acireale), di Andrea Sorrentino (in via di guarigione dopo il grave malanno muscolare che tornerà disponibile probabilmente solo per la gara del 27 dicembre contro l’Orlandina) ed anche del play maker Simone Licitra (nella foto) che in questi giorni si è sottoposto ad un intervento al ginocchio in artroscopia.

Malgrado le pesantissime assenze, specie in cabina di regia (probabilmente coach Massimo Di Gregorio farà fare gli straordinari al neo arrivato Enrico Cintolo, tornato a giocare dopo aver completato gli studi, ed ai giovani Cataldi e Vacirca), la Nova Virtus non dispera e contro la formazione messinese del tecnico Francesco Paladina mirerà senza mezzi termini al ritorno alla vittoria..
Tanti dunque i rebus legati al match per i «resti» della Nova Virtus che, certamente, però, dovranno affrontare la partita con una grinta ed una intensità del tutto inusuali, proprio per far mancare il fiato alla vecchia guardia messinese e portare in porto il risultato. Le assenze, tra le fila iblee, sono sicuramente di assoluto rilievo, ma la forza della disperazione deve indurre i virtussini, come si dice in questi casi, a gettare il cuore oltre l’ostacolo.