Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:03 - Lettori online 1028
RAGUSA - 07/12/2014
Sport - Rugby, serie B: peloritani con un pacchetto di mischia eccellente

Amatori Messina troppo forte, il Padua si arrende

I padroni di casa hanno giocato almeglio ma non c’è stato nulla da fare. Duro lavoro per il nuovo tecnico argentino, German Greco,che ha esordito in paanchina Foto Corrierediragusa.it

Padua Ragusa-Amatori Messina: 11-29
Marcatori: 4´ Garozzo (t.), 9´ cp Bertè, 12´ Carbonaro, 20´ Cipriano (t.), 22´ Romagnoli (t.), 24´ sp Iacono G., 1´ st cp Iacono G., 69´ Cipriano (t.)

Padua: Modica O., Iacono P. (73´ La Rocca), Scrofani, Marlin (40´ Tumino G.), Valenti, Iacono G., Modica G. (73´ Muccio), Iacono C., Iacono S., Stracquadanio (59´ Lo Presti), Carbonaro, Vona (78´ Cirnigliaro), Bellio (44´ Russo), Di Mauro (44´ Modica A.), Campanella. All: Greco

Amatori: Romagnoli, Ahmid, Arbute, Santamaria, Marzullo, Santilano, Bertè, Cipriano, Scaloni, Miduri, Garozzo, Cappadonia (63´ Tomasi), Piovani (75´ Sindona), Alvarez (7´ Lo Re), D´Apice (44´ Bombaci). All: Insurralde
Arbitro: Censabella di Catania


Per il Padua è l´ottava sconfitta consecutiva, la prima per il nuovo tecnico argentino German Greco arrivato sulla panchina biancazzurra. Il match contro i peloritani è stato impari per qualità atletiche e tecniche ed il risultato dice tutto.

I biancazzurri hanno giocato bene, per larghi tratti alla pari con i messinesi e quasi mai hanno subito in modo netto la superiorità degli avversari. Ma a fare la differenza è stata la mischia giallorossa che ha sempre messo in difficoltà quella iblea e che è stata la protagonista in tre delle quattro occasioni che hanno portato i peloritani in meta. Già al 4´ arriva la prima meta giallorossa: touche dell’Amatori sulla linea dei cinque metri, carrettino e primi cinque punti per la squadra di Insurralde. A schiacciare è Salvatore Garozzo, ma il merito va dato a tutto il pacchetto. Luca Bertè trasforma. 0 a 7.

La mischia paduina soffre e non sono pochi i falli che il signor Censabella fischia a favore dei peloritani. Al 9´ Bertè decide di trasformare una dei queste punizioni in tre punti. 0-10. Fino a questo momento il Padua è come se fosse intorpidito, come se non avesse ancora capito che la partita era già iniziata. Lo capisce adesso e inizia finalmente a giocare.

La meta non tarda ad arrivare, siamo al 12´, ed è una fotocopia di quella subita qualche minuto prima: touche, carrettino e meta. Lo «schiacciatore» in questo caso è Giorgio Carbonaro ma, come prima, il merito va a tutto il pacchetto. Peppe Iacono non centra i pali. 5 a 10. Adesso la partita è equilibrata, e anche la mischia iblea sembra tenere. Sembra, perché al 20´ i messinesi segnano la loro seconda meta ed è ancora una fotocopia delle prime due. Francesco Cipriano schiaccia, Bertè questa volta non trasforma. 5-15. Nemmeno il tempo di riprendere il gioco che arriva la terza meta ospite, una bella meta frutto di uno slalom di Riccardo Romagnoli che si beve l’intera difesa biancazzurra e va a depositare l’ovale al centro dei pali. Bertè aggiunge due punti. 5-22. Il primo tempo si chiude al 24´ con un calcio di punizione di capitan Iacono, che centra i pali. Per i restanti 16 minuti poco da segnalare.

La ripresa inizia con un fallo dell’Amatori che Peppe Iacono trasforma in tre punti, 8-22. Poi non accade più nulla. Da segnalare, al 69´, c’è solo la meta del bonus offensivo per l’Amatori, segnata ancora una volta da Cipriano, dopo una mischia ordinata che prende una decina di metri agli avversari.