Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Lunedì 5 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 0:33 - Lettori online 970
RAGUSA - 18/11/2014
Sport - Calcio, Promozione:nonostante il successo sul Priolo c’è malumore in società

Il Ragusa è tornato a vincere ma i tifosi non ci sono

Il tecnico Utro è soddisfatto dei progressi e della rosa messa a disposizione dai dirigenti Foto Corrierediragusa.it

C´è malumore in casa Ragusa. La seconda vittoria consecutiva non è stata proprio salutare visto che il vicepresidente e lo steso direttore sportivo, Cesare Sorbo, non hanno potuto non far notare l´assenza, o quasi, del pubblico sugli spalti. Poco meno di un centinaio di persone. Solo fedelissimi che seguirebbero i colori azzurri anche in 3a Categoria ma il progetto del presidente Mazzone, nonostante gli sforzi della comunicazione, non è riuscito a decollare. La città, sempre tiepida per la verità, tranne negli anni delle promozioni, non risponde, non riesce ad entusiasmarsi ed è difficile anche per i giocatori trovare motivazioni con uno stadio grande ma vuoto. Dice il vicepresidente Tuccitto: "Non avere nemmeno 100 spettatori paganti in un contesto del genere ci fa rabbia. Paghiamo delle colpe non nostre legate alla vecchia disavventura societaria. Vecchi signori che hanno spaccato l´ambiente rovinando la piazza.I tifosi devono capirci, non siamo noi i responsabili del passato disastro. Per ricostruire il calcio in città abbiamo bisogno di un grande sostegno".

Difficile che con un campionato di mezza classifica e non di grandi prospettive per il Ragusa ciò possa accadere. Per il momento il tecnico Salvatore Utro ( nella foto) si gode i passi in avanti della squadra visti contro il Priolo: "Ho visto una grande squadra per oltre 65 minuti. Abbiamo rischiato soltanto in un´occasione con il loro palo, ma credo che non ci siano dubbi sulla nostra vittoria. Siamo un gruppo giovane, e spesso, in corso di partita, ci troviamo ad affrontare dinamiche non semplici. Nelle ultime gare, ad esempio, c´era la costante pressione del risultato. Quando sai che devi correre senza fermarti conta molto l´aspetto psicologico. Ne abbiamo sofferto, ma pian piano ne usciremo fuori totalmente come dimostrato durante la partita di oggi. Inoltre, ho tanto da recuperare anche sul versante infortuni; questa è una squadra che non si riposa un attimo nemmeno in settimana e spesso cadiamo in qualche guaio muscolare. Problema gol? Mi preoccuperebbe di più se la squadra non costruisse azioni da rete ma con tutti i nostri limiti siamo consapevoli di ciò che il Ragusa potrà dare in campionato. E gli ultimi arrivi di Tomeo e Corso mi permettono ora di gestire più uomini là davanti".

E´ successo domenica:
Ragusa-Priolo:2-0
Marcatori: 25´ pt Vicari, 48´st Pecorari

Ragusa: Caruso, Cicero, Milazzo, Tumino (32’ st La Rosa), Puglisi, Nigro, Bennardo, Li Castri, Vicari (23’ Tomeo), Valerio, Corso (14’ st Pecorari). All. Salvatore Utro

Sporting Priolo: Latino, De Luca, Vinci, Cavarra, Pasqualicchio, Modica, Piazza (12’ st Serrantino), Tricomi, Ippolito, Garofalo (23’ st Graco), Busso (42’ M. Riitto). All. Angelo De Santis

Arbitro: Alessandro Mauceri di Acireale


E´ il secondo successo di file non può che far bene al Ragusa. E´ stata una partita che si è risolta comunque solo nei minuti finali è perchè gli azzurri, in vantaggio per il gol di Vicari, nel secondo tempo hanno rischiato il pari che era sembrato concretizzarsi con un clamoroso palo di Pasqualicchio al 15´ del secondo tempo. Azzurri in affanno ma ci ha pensato Pecorari,subentrato a Corso, a mettere al sicuro il risultato. Nel primo tempo gli azzurri avrebbero meritato di più. Valerio ha imperversato in mezzo al campo ed ha determinato il gol di Vicari perchè sul suo tiro l´attaccante è piombato sulla corta respinta del portiere mettendo in rete. Da un calcio piazzato, nei minuti finali del primo tempo, è Bennardo ad impensierire l’estremo difensore del Priolo che prontamente risponde con una buona parata.

Inizio della seconda frazione di gioco ricco di spunti offensivi, tutti di marca azzurra. La squadra di casa sfiora il doppio vantaggio in più di una occasione, a partire dall’angolo di Valerio, intercettato di testa dal solito Vicari, o, pochi minuti più tardi, dal buon fraseggio in area biancorossa fra Tumino e Corso. Ed ancora il velenoso assist dalla sinistra di Valerio che attraversa l’intera area del Priolo, non trovando nessun compagno pronto alla deviazione vincente. Poi ci pensa Pecorari a mettere le cose a posto.

I risultati della 11ma giornata (16 nov. 2014):
Atl. Gela-Sp. Battiati:4-0
Comiso-Atl. Catania:2-1
Pachino-Macchitella:1-3
Palazzolo-Gela:2-2
Ragusa-Priolo:2-0
S. Croce-Città Catania:2-1
Riposano Leonzio e Belvedere

La classifica:
Leonzio 24*
Atl.Gela 23
Gela 21
Palazzolo 17
S. Croce 16
Atl. Catania 13
Città Catania 13
Priolo 13
Ragusa 12
Macchitella 11
Belvedere 9
Comiso 9
Sp.Battiati 4
Pachino 2
* un punto in meno per penalizzazione
Valverde ritirato