Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 645
RAGUSA - 04/11/2014
Sport - Calcio, Promozione: solo un punto in quattro partite e l’eliminazione dalla Coppa

Ottobre nero per il Ragusa ma il pari con Gela dà fiducia

Utro: "Ripartiamo da qui e cerchiamo di lasciarci alle spalle definitivamente il momento difficile" Foto Corrierediragusa.it

E´ stato un ottobre amaro ed avaro per il Ragusa. Appena un punto in quattro partite e l´eliminazione dalla Coppa. Il pari contro il Gela, terza forza del campionato, ridà il sorriso al clan azzurro anche se laa "maledizione" dell´ultimo minuto ha colpito ancora. Un rigore evitabilissimo e un arbitro molto fiscale hanno impedito il ritorno alla vittoria che ormai manca da un mese.

Salvatore Utro comunque è tranquillo: "La squadra sta reagendo e anche contro il Gela ne abbiamo avuto la dimostrazione. Siamo convinti che da questa situazione ci tireremo fuori, perché una squadra che non ha voglia di uscire da un momento come questo poteva anche sfaldarsi con tutto quello che è successo, invece i ragazzi nonostante un mese di ottobre pesante, hanno messo in campo un´ottima prova davvero e per questo non posso che ringraziarli davvero. Hanno fatto un grande lavoro sia in fase di possesso palla che in fase di non possesso. Non era facile giocare con un finto centravanti come Bennardo, a causa dell´assenza di Sansan (nella foto) per infortunio e di Vicari per squalifica. Peccato, la potevamo vincere, ma il Gela ha fatto una buona gara, gagliarda e tosta. Certo, a me non piacciono le squadre che per 90 minuti cercano solo la giocata lunga, ma ripartiamo da questo punto e cerchiamo di lasciarci alle spalle definitivamente il momento difficile". L´imperativo è il recupero degli infortunati ma Sansan potrà rientrare non prima del nuovo anno tra recupero e sosta del campionato. La situazione in classifica non è delle migliori perchè i Ragusa è a ridosso della zona play out e questa situazione non era certa programmata. La società è intenzionata a correre ai ripari con gli opportuni correttivi sulla rosa ma ci vorrà tempo..

E´ successo domenica:
Ragusa 1 – Gela: 1-1
Marcatori: 15´pt Pecorari, 49´ st Genova su rigore

Ragusa: Cavone (22’ st Caruso), Cicero, Milazzo, Tumino, Puglisi, Nigro, Larosa (48’ Terranova), Licastri, Bennardo, Valerio, Pecorari.
All. Salvatore Utro

Gela: Garbo, Cannizzaro (38’ Bessio), Campanaro, Messana, Italiano, Cutaia, Vella (16’ st Dalpiva), Nicotra, Genova, Mezzasalma (1’ st Koffi), Alma.
All. Salvatore Brucculeri

Arbitro: Federico Severino di Catania


Ancora un finale maledetto.Il Ragusa perde ancora una volta la possibilità di conquistare i tre punti per un errore proprio nei minuti finali di gara. Stavolta è stato un banale quanto inopportuno fallo di Cicero su Alma a indurre l´arbitro a decretare il rigore che ha portato gli ospiti sul pari. Genova ha trafitto Caruso chiudendo praticamente il match. Tante recriminazioni in casa ragusana visto che la partita era stata ben disputata dagli uomini di Utro, andati in vantaggio con un bel gol di Pecorari (nella foto) che con un diagonale chirurgico insacca alle spalle di Garbo. Immediata reazione degli azzurri ospiti che colpiscono il palo con Alma.

Gli azzurri sfiorano il raddoppio ad inizio di secondo tempo, con una ripartenza di Bennardo che viene deviata in angolo. Pochi minuti dopo è il Gela a sfiorare il pareggio, ma il tiro di Alma scheggia nuovamente la traversa. La partita sembra ormai indirizzata sull’1-0, con il Ragusa attento a controllare il gioco ed ad interrompere le deboli trame offensive del Gela. Poi il patatrac difensivo e il Ragusa si deve accontentare di un punto.

Il tecnico Utro trova comunque modo di essere soddisfatto: «È chiaro che al 94mo, su un episodio comunque non limpido, la scelta dell’arbitro poteva anche essere diversa. La risposta della squadra è stata quella di un gruppo che ha voglia di riscatto perché oggi, contro un avversario forte e che ha giocato bene, non era certo facile interpretare al meglio l’incontro. I ragazzi hanno fatto un grande lavoro".

Le partite della 9agiornata di andata (2 nov. 2014):
Atletico Gela - Belvedere: 2 - 1
Comiso - CittadiCatania: 3 - 1
Palazzolo - Sicula Leonzio: 1 - 1
Ragusa - Gela: 1 - 1
Santa Croce - Sp. Battiati: 5-2
Sp. Priolo - Atl. Catania: 0 - 0
Valverde - Macchitella: 0 - 3
Riposa: Pachino

Classifica:
Sicula Leonzio 21*
A. Gela 20
Palazzolo 18
Gela 17
S. Croce 13
A. Catania 13
Priolo 13
Città Catania 12
Macchitella 11
Belvedere 11
Ragusa 9
Comiso 9
Pachino 4
Battiati 4
Valverde -2**
* 1 punto penalizzazione
** 2 punti penalizzazione