Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Giovedì 21 Settembre 2017 - Aggiornato alle 9:17 - Lettori online 900
RAGUSA - 01/11/2014
Sport - Bsket, serie C: si gioca la 5a giornata di andata, ragusani ancora a secco di punti

Trasferta proibitiva per la Nova Virtus a Patti

Tirrenici con un roster di primo livello, iblei con Andrea Sorrentino acciaccato Foto Corrierediragusa.it

Trasferta proibitiva per la Nova Virtus a Patti. I virtussini sono ancora fermi al palo dopo aver disputato tre match e sono reduci dalla brutta batosta interna, rimediata nell’ultimo turno ad opera della capolista Zannella Cefalù. Quella pattese è squadra allestita per puntare in alto anche se ha accusato qualche battuta a vuoto in questo inizio di torneo e, forse, è pure rimasta incompleta nei ranghi. Per Patti, in estate, aveva firmato puree ibleo Andrea Sorrentino (nella foto) che, per motivi familiari, ha poi preferito fare ritorno alla casa madre.

La formazione tirrenica, allenata da un coach esperto come Pippo Sidoti, presenta comunque uno starting five di primo livello, guidato dal fromboliere Mori, attorno al quale ruotano i vari Evotti, Sidoti Bolletta, il lungo Jovic ed Ettaro, oltre ad un nugolo di giovani. Per la Nova Virtus, dunque, non sarà affatto facile contenere la voglia di riscatto dei tirrenici, trafitti domenica scorsa in casa dal Palermo.

I ragusani, peraltro, non vivono certo il loro migliore momento di forma, come ha testimoniato lo scontro di domenica scorsa contro la capolista cefaludese che ha al PalaPadua ha avuto vita abbastanza agevole. Molti uomini, in casa Nova Virtus, sono in precarie condizioni fisiche (dal play Simone Licitra, allo stesso Andrea Sorrentino che anche questa settimana si è allenato pochissimo), ma c’è anche tanto ancora da rodare nei meccanismi di gioco. Per questo, durante la settimana, più volte coach Di Gregorio ed i suoi atleti si sono confrontati anche su schemi e azioni, con il tecnico che ha lavorato molto persino sul piano psicologico. Insomma, anche la Nova Virtus ha voglia di rivalsa e intenzione di invertire la pericolosa tendenza intrapresa in questa fase d’avvio del torneo.

Si cercherà, perciò, da parte della Nova Virtus, già nel catino infuocato di Patti di imprimere una svolta al campionato, puntando molto proprio sulla voglia di mettersi in mostra di Andrea Sorrentino, ma anche sulle qualità di gente come Davide Boiardi (tra i migliori contro la Zannella Cefalù), sulla graduale crescita di condizione di Alessandro Sorrentino, sulla volontà di emergere dei più giovani. Chissà che proprio da Patti, quindi, non arrivi il primo «squillo» della Nova Virtus in questa stagione.