Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 855
RAGUSA - 19/10/2014
Sport - Rugby,serie B: l’avvento di Peppe Gurrieri in panchina non giova ai ragusani

A Messina ancora una sconfitta per il Padua, 34-19

I paduini avevano cominciato bene andando in vantaggio ma poi hanno subito il ritorno dei peloritani Foto Corrierediragusa.it

Amatori Messina-Padua Ragusa: 34-19

A Messina arriva la terza sconfitta per il Padua. Contro i peloritani i paduini hanno lottato fino alla fine e sono usciti con l´onore delle armi.

Allo Sperone si è visto un Padua grintoso, con tanta voglia di fare, desideroso di cancellare lo zero in classifica, che per tutto il primo tempo ha tenuto in mano il bandolo della matassa. Dall’altra parte i peloritani hanno giocato a sprazzi, sfruttando soprattutto alcuni errori in fase difensiva dei giocatori iblei. Poi, nel secondo tempo, forse anche per un calo, da capire se psicologico o fisico, dei biancazzurri è venuta fuori la squadra di casa che, pian piano, ha staccato nel risultato i ragusani, infliggendo loro, alla fine, un 34 a 19 che suona eccessivamente punitivo.

Sono i padroni di casa a portarsi in vantaggio con un calcio di punizione, al 6´. Il Padua subisce i tre punti ma non si perde d’animo e si ricatapulta nella metà campo avversaria. Tanto ardore viene premiato al 15´ con la meta di Giorgio Carbonaro, da quest’anno schierato in seconda linea dopo una vita da ala.
Passano quattro minuti e il pack ibleo si ripete. A schiacciare in meta è Cristian Iacono; 3-14 e fino a quel momento una sola squadra in campo.
L’Amatori si rifà sotto. Al 26´ il Padua attacca ma perde palla, il contropiede messinese è micidiale: meta dell’estremo Riccardo Romagnoli, trasformata da Ignacio Casals, e punteggio che va sul 10 a 14. I biancazzurri accusano il colpo, i messinesi prendono coraggio.

Il tempo si chiude sul 17 a 13 dopo una meta contestata da parte dei ragusani.
Le fasi iniziali della ripresa sono caratterizzate da un sostanziale equilibro tra le due squadre. Al 54´ Peppe Iacono riesce a sfuggire al proprio avversario, e schiaccia in meta. Lo stesso giocatore, però, non centra i pali. 17 a 19 e partita che sembra stia per pendere definitivamente dalla parte biancazzurra.
Passano 4 minuti e Luca Bertà fa la stessa cosa, ma da solo, che poco prima hanno fatto in tre dall’altra parte: recupera un pallone poco dopo la sua linea dei 22 e parte all’attacco, approfittando di un posizionamento sbagliato della linea di difesa iblea. Superato quel primo sbarramento diventa un furetto imprendibile che si ferma solo quando può tuffarsi in meta. Casals sbaglia la trasformazione, 22 a 19. Il Padua comincia a scricchiolare, l’Amatori allunga. Al 67´ Maid Sabanovic sbaraglia la difesa ospite e segna la quarta meta per la sua squadra; al 71´ altra meta e la partita si chiude qui.