Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 463
RAGUSA - 17/10/2014
Sport - Basket, Ncd: i virtussini ritornano in campo a Siracusa dopo il turno di riposo

Tra Aretusa e Nova Virtus è un derby tutto da vedere

Partita aperta, caratterizzata dalla rivalità tra le due compagini. Virtus al completo Foto Corrierediragusa.it

Dopo aver osservato il turno di riposo imposto dal calendario di serie C a seguito del ritiro del Basket Gela, la Nova Virtus torna in campo domenica rendendo visita ai «cugini» dell’Aretusa (ore 18, palestra Akradina).

Entrambi i quintetti sono ancora fermi al palo. L’Aretusa, dopo aver ceduto in casa al debutto contro il fortissimo Cefalù, domenica scorsa ha mollato sul campo del favorito Patti, seppur solo nel finale. A quota zero anche la Nova Virtus che nella giornata d’esordio aveva perso, dopo aver dominato per tre «tempini», al «Botteghelle» di Reggio Calabria, al cospetto della Vis di coach Checco D’Arrigo.

Un derby, perciò, che vale tanto per i due club, entrambi intenzionati a mettere in saccoccia i primi due punti della stagione. La Nova Virtus si presenterà all’appuntamento con la migliore formazione possibile, anche se il tecnico Massimo Di Gregorio, nelle ultime due settimane, ha dovuto fare i conti con non pochi contrattempi. In particolare, il capitano Alessandro Sorrentino, per problemi muscolari, si è allenato pochissimo e la sua presenza sul parquet resta in forte dubbio. Si deciderà alla luce degli ultimi responsi diagnostici. Certa, invece, la presenza sul rettangolo di gioco del giovane pivot Giuseppe Cascone che avrà, insieme all’altro giovane Vito Ferlito, l’arduo compito di fronteggiare i due totem locali, Agosta e Grasso. In grande spolvero, invece, Andrea Sorrentino che dopo, aver rinunciato per motivi familiari al trasferimento a Patti, vuole mettersi in mostra con la sua squadra. In crescita di condizione anche Giorgio Canzonieri (nella foto) che ha iniziato in ritardo la preparazione, per motivi di studio.