Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 3 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 926
RAGUSA - 03/10/2014
Sport - Basket, A1: via al campionato con l’opening day a S. Martino di Lupari

La Passalacqua riparte con un carico di entusiasmo

Esordio contro Orvieto per le "aquile" biancoverdi, con un quintetto rinnovato dove spiccano le straniere Foto Corrierediragusa.it

La Passalacqua (nella foto: la formazione) riparte per la nuova avventura. E´ il secondo campionato consecutivo di A11 che vede la società ragusana ai nastri di partenza dopo il secondo posto assoluto della scorsa stagione e la finale scudetto persa i gara 5 contro Schio. riparte. La Passalacqua è pronta per rimettersi in gioco grazia anche al grande entusiasmo nell’ambiente biancoverde ma con la consapevolezza che quella che sta per cominciare sarà una stagione ancora più difficile e impegnativa di quella dello scorso anno, sia per il numero delle squadre che per la loro qualità tecnica. Si riparte dall’Opening day di San Martino di Lupari di sabato e domenica, con le biancoverdi che domenica saranno opposte ad Orvieto alle ore 15,45 (diretta streaming sul sito istituzionale della Lega).

L’obiettivo è chiaramente quello di iniziare con il piede giusto e presentarsi così nella maniera migliore all’esordio casalingo di domenica prossima, che vedrà la squadra di coach Nino Molino opposta a Parma. Un momento attesissimo dalla tifoseria iblea che non vede l’ora di riabbracciare le proprie beniamine in un incontro ufficiale. Ma prima ci sarà da affrontare Orvieto con il massimo impegno. «Abbiamo rispetto per tutti gli avversari – dice coach Nino Molino - e a maggior ragione se questi avversari si incontrano alla prima giornata dove tutte le partite sono sempre un’incognita. Orvieto, inoltre, è una buona squadra, fatta di un buon gruppo di italiane a cui si sono aggiunte Granzotto e Sarni che conoscono la categoria, Brezinova che ha fatto un ottimo campionato lo scorso anno in A2 e due esterne americane come Crafton e Burkholder che conosciamo poco e delle quali chiaramente scopriremo pregi e difetti soltanto nel corso della stagione. Affrontiamo questa come tutte le altre partite con grande umiltà, senza nessuna presunzione e con la consapevolezza che ogni vittoria andrà conquistata e sudata».