Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 9:49 - Lettori online 1182
RAGUSA - 28/09/2014
Sport - Calcio, Promozione: partita senza storia dei santacrocesi che vincono di goleada

Comiso e S. Croce "corsare" a Pachino e Valverde

"Effetto Fichera" per i verdearancio che con il nuovo tecnico in panchina si riscattano Foto Corrierediragusa.it

Vincono fuori casa Santa Croce e Comiso battendo rispettivamente il Valverde, con largo punteggio e il Pachino con il più classico dei risultati.
Il Santa Croce (nella foto) fa man bassa a Catania rifilando un largo 7-0 al modesto Valverde, squadra che ha subito così ben diciannove reti in quattro turni. La formazione catanese si sta rivelando già dopo quattro giornate squadra da categoria inferiore, se non addirittura, con tutto rispetto, da terza categoria. Il largo punteggio dà quindi l’idea che Valverde-Santa Croce non ha avuto storia, con la formazione biancoazzurra che ha subito messo la gara a suo favore passando in vantaggio al 7’ con Bonarrigo, raddoppiando al 14’ con Puma e portandosi sul 3-0 al 21’ con Ruscica. Al 35’ Piluso portava a quattro le reti per la sua squadra. Nella ripresa al 9’ andava a segno ancora Puma, poi Incardona metteva il suo sigillo nel gol del 6-0 ed infine Consalvo al 40’ portava a sette le reti per il Santa Croce. Adesso la formazione allenata da Buoncompagni e La Vaccara affronterà domenica prossima fra le mura amiche la capolista solitaria Atletico Gela, primo in classifica.
Sarà questa l’occasione per un ulteriore verifica delle potenzialità del Santa Croce che già nella gara persa in casa contro il Palazzolo ha dimostrato, seppure perdendo all’ultimo minuto per un rigore inesistente, di saper tenere testa alle squadre accreditate, almeno sulla carta, a disputare un campionato di alta classifica.

Importante vittoria esterna anche del Comiso, la seconda consecutiva fuori casa, a fronte delle due sconfitte nelle partite casalinghe. Anche in questo caso la formazione verdearancio ha avuto di fronte, come il Santa Croce, una squadra che ha ancora zero punti in classifica, ma comunque notevolmente superiore ad altre con lo stesso punteggio. Il cambio in settimana del tecnico, con Sandro Fichera che la preso il posto di Peppe Carbonaro in panchina, ha evidentemente dato quella scossa che si aspettava il presidente Mascara. A fronte di un primo tempo equilibrato, dove le due squadre, Pachino e Comiso, si sono affrontate a viso aperto riuscendo ad annullarsi a vicenda, nella ripresa il tecnico del Comiso ha operato alcune sistemazioni tattiche e ha azzeccato delle sostituzioni che, alla fine, si sono rivelate vincenti.

Nella seconda frazione, infatti, il tecnico verdearancio ha spostato nel centrocampo avanzato Mirko Gurrieri, che nella prima frazione era a ridosso della difesa e abbinandogli a fianco Oscar Mascara che, entrato nel secondo tempo assieme a Altamore e Nobile, ha trasformato la squadra. Più vitalità di gioco e più palloni serviti per gli avanti hanno dato i risultati sperati. Al 20’ così era Altamore che insaccava raccogliendo un pregevole assist in area di Cinnirella, sancendo una superiorità del Comiso evidente sin dall’inizio ripresa. L’undici verdearancio ha poi mantenuto la superiorità del centrocampo per il resto della frazione e portandosi sul 2-0 al 46’ con Nobile che di testa raccoglieva un cross da calcio d’angolo di Mascara. Il Comiso ha dimostrato di aver recuperato la forma fisica in quanto ha tenuto atleticamente per tutti i novanta minuti e si è ben avvalso dell’opera tecnica del nuovo allenatore. Adesso la verifica sarà domenica prossima in casa contro il Belvedere, dove si aspetta la prima vittoria fra le mura amiche.