Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 20:40 - Lettori online 1358
RAGUSA - 26/09/2014
Sport - Ciclismo: scelto dal ct Cassani per la sua esperienza correrà con la maglia n° 18

Ciclismo ragusano in festa, Damiano Caruso al mondiale

La gara in programma domenica a Ponferrada in Spagna. Felici i soci e gli atleti del "Pedale ibleo" Foto Corrierediragusa.it

Ciclismo ragusano in festa, Damiano Caruso (nella foto) è mondiale. Il ciclista ragusano correrà, infatti, la prova del mondiale professionisti che è in programma a Ponferrada in Spagna domenica. Damiano Caruso vestira la maglia n° 18 promosso titolare da Davide Cassani " L´ho scelto per l´esperienza che ha -ha detto il commissario tecnico- Damiano sa correre bene anche senza radioline". Caruso, 27 anni, professionista dal 2010, titolo tricolore Under 23 nel 2008, fa un altro passo molto importante nella sua brillante carriera.

Felice il ciclista ragusano: "Mi sento onorato di far parte della squadra azzurra e di rappresentare l´Italia in una gara così importante quale quella che assegna il titolo mondiale; spero di ripagare la fiducia di Davide Cassani con una prova di gran valore». Scalatore, buon passista, Damiano Caruso sarà dunque al fianco del capitano Vincenzo Nibali, altro siciliano nella squadra azzurra. Per la società "il Pedale ibleo" è gran festa perchè Damiano è il primo ragusano a vestire la maglia azzurra tra i professionisti e l´occasione sarà celebrata da tutti i soci nella sede di via Palermo dove la gara di Ponferrada sarà seguita con particolare attenzione ed emozione.

Damiano Caruso ha corso per la Cannondale dal 2011 e viene da un´ottima partecipazione alla Vuelta cocnissa con un 9° posto in classifica generale. Questa prestazione gli è valsa la considerazione del Ct Cassani che lo ha seguito da vicino ed ha fatto ricadere la scelta sul ciclista ragusano.