Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 15:41 - Lettori online 786
RAGUSA - 15/09/2014
Sport - Automobilismo: 80 equipagi partecipanti alla 19ma edizione

Equipaggio nisseno vince su Fiat Dino Autogiro ibleo

Organizzato dal Veteran Car Club presieduto da Vito Veninata Foto Corrierediragusa.it

L’equipaggio nisseno Amico-Barbone (nella foto) si è aggiudicato la 19ma edizione dell’Autogiro della provincia di Ragusa. A bordo di una Fiat Dino 2400 del 1972, pilota e navigatore sono riusciti a fare registrare il numero più basso di penalità mantenendo quindi alto il valore assoluto del punteggio. Premiati dal commissario di gara dell’Automotoclub storico d’Italia, Giuseppe Di Mauro, i due componenti dell’equipaggio hanno mantenuto i nervi saldi anche nei momenti meno semplici.

Le congratulazioni ai vincitori sono arrivati da tutti i membri del Veteran Car Club Ibleo, che ha organizzato la kermesse, con in testa il presidente Vito Veninata. Secondo posto, staccato da una manciata di punti, per il duo Veninata-Gurrieri a bordo di un’Alfa Romeo 1900 Spider del 1955 mentre sul gradino più basso del podio è salita la coppia Falletta-Raimondi su Lancia Augusta del 1936. Coppe sono state consegnate sino al ventesimo assoluto.

Questa la classifica delle prime dieci posizioni: quarto l’equipaggio Provenzale-Forte su Lancia Augusta del 1934, quinto Veninata-Arezzo su Porsche 356 del 1963, sesto De Simone-Russo su Lancia Ardea del 1952, settimo Provenzale-Linguanti su Amilcar Cgss del 1927, ottavo Licciardello-Licciardello su Lancia Augusta del 1935, nono La Rocca-Turchi su Ford A del 1928, decimo Ruggio-Lo Nardo su Fiat 103/Tv del 1955. Questi, invece, i primi classificati per ogni categoria. Nella post-vintage ha vinto l’equipaggio Falletta-Raimondi (Lancia Augusta del 1934), nella vintage Provenzale-Linguanti su Amilcar Cgss del 1927. Nella classic, il primo posto è stato appannaggio di Veninata-Gurrieri su Alfa Romeo 1900 Spider del 1955, nella post classic Veninata-Arezzo su Porsche 356 del 1963, nella modern Amico-Barbone su Fiat Dino 2400 del 1972.

Il commissario Asi Di Mauro ha sintetizzato bene quale il significato della kermesse iblea. «L’Autogiro – ha detto – è tra le gare in Sicilia che riesce a raccogliere il maggior numero di partecipanti. Un evento ormai collaudato che, non a caso, vede la presenza di iscritti provenienti da ogni dove». Quest’anno sono stati ottanta gli equipaggi che hanno animato la rievocazione storica dell’Autogiro.