Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Sabato 10 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 23:18 - Lettori online 739
RAGUSA - 08/09/2014
Sport - Nuoto paralimpico: riservato a 19 soggetti portatori di handicap

Il Memorial Orlando per il progetto "Spiaggia mia"

Voluto e avviato dall’Inail e dall’assessorato ai Servizi sociali del Comune Foto Corrierediragusa.it

Ha riscosso un grande successo la manifestazione riservata alla vela e al nuoto denominata «Memorial Danilo Orlando». L’appuntamento si è tenuto a Marina ed ha segnato la tappa finale del progetto «Spiaggia mia» avviato dall’Inail e dall’assessorato ai Servizi sociali del Comune. Nello specifico, l’iniziativa di ieri è stata promossa dall’associazione centri sportivi italiani (Acsi) di Ragusa, dalla Finp Sicilia e dal Cip Sicilia oltre alla partecipazione della federazione italiana Vela Lega Navale Italiana (Lni), sezione di Palermo. Il Memorial voleva essere un´opportunità di integrazione ed inclusione sociale ai disabili da lavoro nel contesto territoriale in cui vivono. Alla manifestazione di ieri erano presenti, tra gli altri, Daniela Petrucci, direttore regionale Inail Sicilia, Franca Mangiapane dell’Inail di Ragusa (nella foto), Gianflavio Brafa, assessore comunale ai Servizi sociali, e Ninni Gambino, delegato regionale Finp Sicilia. Il progetto intende favorire la motricità, la socialità e l’uso del tempo libero, attraverso la partecipazione ad attività velica e di nuoto, facilitando così il reinserimento sociale dei soggetti coinvolti.

Si è tenuta prima la parte introduttiva di lezione teorica, rivolta ai 19 partecipanti disabili da lavoro della provincia di Ragusa, sulla nomenclatura delle barche e formazione degli equipaggi nel segno dell’integrazione tra normodotati e diversamente abili. Subito dopo l’uscita in mare per la veleggiata nelle acque antistanti il porto. Al rientro in porto, è seguito il trasferimento dei partecipanti in spiaggia per la manifestazione di nuoto e la relativa gara. Quindi si è tenuta la premiazione dei partecipanti e la consegna degli attestati. «Iniziative del genere – ha detto il direttore dell’Inail Petrucci – sono un mezzo efficace nei processi di riabilitazione, di reinserimento e di superamento delle difficoltà psicologiche indotte dalla disabilità». L’assessore Brafa ha puntato l’accento sulla conclusione del progetto «Spiaggia mia». «I riscontri sono stati molto positivi. Di certo lo potenzieremo per la prossima stagione estiva. Il progetto ha visto la presenza di numerosi turisti disabili provenienti da gran parte dell’isola.». E’ stato inoltre chiarito che la collaborazione tra Inail e assessorato proseguirà con progetti destinati ad aiutare le persone in difficoltà per assicurare un migliore loro inserimento nella città di Ragusa.