Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Mercoledì 7 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 22:43 - Lettori online 856
RAGUSA - 28/08/2014
Sport - Rugby, serie B: dopo un mese e mezzo di preparazione atletica si cambia registro

Il Padua di Montes punta tutto su velocità e tecnica

Attenzione puntata anche sulle formazioni giovanili che saranno il serbatoio dlela prima squadra Foto Corrierediragusa.it

Dopo un mese e mezzo di preparazione atletica il Padua comincia a lavorare su velocità e tecnica. Coach Guillermo Montes (nella foto) fa il punto della situazione dopo la prima fase della preparazione: "Siamo a buon punto. Abbiamo completato la fase di carico, da ieri abbiamo iniziato a lavorare sull’anaerobica. Vediamo adesso come i ragazzi risponderanno in questi giorni e in base a questo tareremo il resto della preparazione. E dalla prossima settimana, con il rientro di chi finora ha lavorato o è stato in vacanza, inizieremo anche a lavorare sugli schemi di gioco e sulla tecnica". Per potersi presentare al meglio per l’inizio del campionato, Montes ha chiesto alla dirigenza di poter giocare alcune amichevoli.

"In settembre vorrei disputare quattro amichevoli, in modo da essere veramente pronti per il 5 ottobre, quando saremo impegnati sul difficile campo del retrocesso Benevento. Giocare con degli avversari veri, seppur in amichevole, è fondamentale per acquisire il ritmo gara. Abbiamo contattato sia la Nissa che il Cus Catania, che sarebbero un ottimo banco di prova per la nostra squadra. Il problema è che sia i nisseni che i catanesi hanno appena iniziato la preparazione e dunque si deve trovare il modo per far coincidere sia le nostre che le loro necessità".

Intanto anche le due squadre del Padua, Under 18 e Under 16 hanno cominciato ad allenarsi. Dice il presidente del sodalizio ibleo, Vittorio Vindigni: " K’Under18 ha tutte le carte in regola per disputare un ottimo campionato, facendo al contempo da serbatoio e trampolino di lancio per la squadra Senior, mentre l’Under16, che l’anno scorso ha chiuso in crescendo, con gli innesti che sono arrivati dall’Under14, potrà puntare veramente in alto".