Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Domenica 4 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 16:41 - Lettori online 948
RAGUSA - 16/07/2014
Sport - Volley: la società deve decidere quale campionato disputare e con quali risorse

Progeo Ragusa si interroga sul prossimo futuro

"Prenderemo una decisione a breve e comunque entro il mese - dice il factotum Ninni Adamo - La volontà è però quella di ripartire il prossimo anno dalla B2" Foto Corrierediragusa.it

Il Progeo Ragusa si interroga sul suo futuro. Il posto in B2 è stato salvato con onore e la società giallonera ha tutti i titoli per essere ai nastri di partenza del campionato interregionale. I dirigenti della società, tuttavia, si interrogano in questi giorni sulle mosse da fare per assicurare alla società un futuro certo. Ninni Adamo,direttore sportivo ed anima della società, è alla ricerca disperata di sponsor ed aiuti per assicurare certezze e solidità al progetto. Il club ragusano infatti si trova nella necessità di tagliare i costi e mettere in campo una squadra competitiva. Come sostiene Manuele Benassi, che a prescindere dal campionato da disputare resterà alla guida dei gialloneri, non ha nessun senso mandare in campo giovani senza esperienza acuendo partita dopo partita il loro senso di frustrazione.

Le squadre del campionato di B2 sono infatti in massima parte competitive e servono almeno una paio di elementi nei ruoli chiave per gestire una campionato di media classifica. Ecco che la società ragusana sta dunque pensando a quale campionato iscriversi. Il Progeo si trova infatti in mezzo al guado; continuare con la B2 o scendere di categoria e puntare tutto sui giovani locali con costi ridotti. "Prenderemo una decisione a breve e comunque entro il mese - dice Ninni Adamo - La volontà è però quella di ripartire il prossimo anno dalla B2 - aveva tenuto a ribadire il dirigente della Progeo - Abbiamo un ottimo settore giovanile e questo è certamente un patrimonio da non disperdere, anche perché ci darebbe la possibilità di inserire qualcuno in prima squadra, così come tra l´altro è avvenuto, con buoni risultati, quest´anno"