Corriere di Ragusa
Email
Corrierediragusa.it mobile
Feed Rss Corrierediragusa.it
Corrierediragusa.it - Motore di ricerca
Corrierediragusa.it su Facebook
Corrierediragusa.it su Twitter
Corrierediragusa.it su Google+
Dimensione testo:
|
A
|
Corriere di Ragusa.it
Martedì 6 Dicembre 2016 - Aggiornato alle 11:21 - Lettori online 998
RAGUSA - 12/07/2014
Sport - Rugby, serie B: il neo allenatore argentino guida un gruppo di circa 40 elementi

Il Padua è tornato al lavoro sotto la guida di Montes

Nelle intenzioni del coach il Padua sarà aggressivo, tanto in difesa come in attacco e correrà tanto Foto Corrierediragusa.it

Il Padua è tornato al lavoro in vista della nuova stagione. Il nuovo tecnico Guillermo Montes (nella foto) ha guidato le prime sedute di allenamento cui hanno partecipato una quarantina di atleti. Il coach argentino ha chiesto alla società di iniziare la preparazione: "Se vogliamo disputare un buon campionato, bisogna partire adesso per essere pronti già fin dalla prima partita. Durante ogni seduta di allenamento dedicheremo la prima parte alla preparazione atletica mentre nella seconda privilegeremo la tecnica. E in settembre vorrei disputare quattro amichevoli. Il mio sarà un Padua aggressivo, tanto in difesa come in attacco, un Padua che correrà tanto. In campo voglio vedere 15 trequarti, piloni compresi, perché non mi servono giocatori buoni soltanto a spingere in mischia. Tutti dovranno diventare un’opzione per chi dovrà aprire il gioco. Il nostro obiettivo stagionale è quello di conquistare una salvezza tranquilla e per farlo bisognerà disputare un buon campionato».

Il campionato quest´anno prevede una prima fase con due mini gironi da sei squadre ciascuna e una seconda fase in cui le prime tre di ciascun girone che si giocheranno i due posti play off per la promozione in serie A mentre le altre cercheranno di evitare la retrocessione in serie C. Montes ha espresso in proposito le sue perplessità: "L’obiettivo di questa nuova formula è quello di far risparmiare soldi alle società e dunque va bene. Ma a me piacerebbe conquistare la salvezza confrontandomi con tutte le squadre. Inoltre, trattandosi di un campionato «corto», già a Natale sapremo chi è già salvo e chi invece dovrà lottare fino alla fine". La dirigenza paduina ha intanto accolto Gino Troiani, l’indimenticato estremo de L’Aquila dei tempi d’oro e della Nazionale Italiana, attualmente impegnato come Team Manager della squadra Azzurra, che ha fatto visita in società ed ha voluto conoscere la realtà rugbistica iblea.